Il cipresso Cupressus sempervirens Vantaggi e indicazioni

CYPRES (Cupressus sempervirens L.)

Da dove viene?

Un albero ornamentale ben noto nei nostri paesaggi, il cipresso è raccomandato nella medicina a base di erbe per alleviare i disturbi circolatori e venosi, grazie alla composizione dei suoi coni, ricchi di polifenoli. Tuttavia, le sue proprietà terapeutiche sono più estese. Le parti utilizzate in medicina sono essenzialmente coni femminili.

Il cipresso cresce nei climi mediterranei. È particolarmente coltivato nell’Europa meridionale, su terreni asciutti e profondi.

La tradizione ha spesso dedicato il cipresso al culto dei morti e all’ornamento dei cimiteri a causa del suo fogliame scuro e del colore eternamente verde. Nella medicina greca come nel Medioevo, il cipresso è stato utilizzato principalmente per le sue virtù anti-emorroidali.

È spesso piantato in giardini, cimiteri o siepi protettive dal vento nelle regioni mediterranee, quindi si pensa che alcuni esemplari siano vecchi di 2.000 anni.Gli Egiziani usavano il suo legno per fare i sarcofagi. Il legno di cipresso è ancora oggi utilizzato per il lavoro dei clavicembali tradizionali italiani.In passato, i greci trattavano dissenteria, asma, tosse e sputi sanguinanti somministrando coni cipressi schiacciati e macerati nel vino.

Come possiamo descriverlo botanicamente?

Il cipresso è un albero con un tronco sottile. Può raggiungere fino a 25 metri di altezza. La sua corteccia grigia rossastra emana un forte odore di trementina. Le foglie sono di colore persistente, piccolo, grigiore e a forma di squame. Fiori raggruppati in gattini danno alla luce frutti chiamati galbuli o noci di cipresso.Ripristinare le proprietà del cipresso richiede la completezza e l’integrità dei componenti dei suoi coni femminili. L’estrazione idroalcolica a vari gradi di diluizione e bassa temperatura consente l’estrazione e la conservazione dei componenti, in particolare tannini, responsabili dell’attività protettiva del tessuto connettivo e antivirale del cipresso.

Di cosa è fatto?

Il cipresso è costituito principalmente da tannini, composti fenolici, flavonoidi, acido diterpenico e olio essenziale.

Quali sono le sue principali proprietà farmacologiche?

Il cipresso ha proprietà astringenti, vasoconstrictive,epatoprotettivi e antiemorragiche. In particolare, riduce il rischio di frattura della menopausa migliorando la micro-architettura trabecolare (sugiol).Proanthocyanidolic o proanthocyanidols (polimeri flavonoidi) sono angio-protettivi, inibitori dell’angiotensina, elastase e enzima di conversione della trypsina.

Il cipresso anti-tussif e anti-infettivo (grazie all’olio essenziale che contiene naturalmente), il cipresso è noto per la sua attività antivirale (i proanthocyanidol hanno proprietà di fissazione delle proteine, in particolare sui substrati enzimatici, e sulle proteine superficiali delle cellule, limitando così il riconoscimento delle cellule virali/host e la replicazione virale). Il cipresso è anche diuretico, veinonico e cardioprotettivo.

Quali sono le indicazioni di Cypress?

  • Disturbi circolatori venosi (vene varicose, emorroidi)
  • Menopausa Metrorragia
  • Poppy tosse
  • Dolore reumatico
  • Anti-enuretico
  • Tosse
  • Infezioni virali (acute, croniche o ricorrenti): bronchite, influenza, morbillo, rosolia, varicella, parotite, herpes, herpes, herpes, herpes, mononucleosi (EBV), citomegalovirus, epatite virale…) – Tutti i virus del DNA (Adenovirus, Polio 1, Epatite A, Virus Corona, Influenza sarebbero suscettibili ad un’alta concentrazione di proanthocyanidols (per espressione di proteine strutturali)
  • Tessuto connettivo polmonare: enfisema, broncopneumopatia ostruttiva cronica (BPCO)

Quali sono le precauzioni per il lavoro?

  • Sotto-indicato nelle donne incinte o in gravidanza
  • Nessun uso prolungato
  • Ad oggi non sono state segnalate interazioni farmacologiche

Come prenderlo e a quale dosaggio?

Nella preparazione magistrale

Ecco il dosaggio di estratti di liquidi di piante fresche standardizzate nella soluzione di glicere (EPS):

1 c. caffè mattina e sera per 1 mese, rinnovabile 3 mesi, per diluire in un grande bicchiere d’acqua.

  • ENT-Aigus (bronchite, influenza…) e malattie infantili (Rougeole, Rosolia, Varicelle, Parotite): Cipresso – Echinacea (O/– Reglisse se fenomeni infiammatori dolorosi)

> acuta: Bambino: 1 ml/10kg/ 3 a 4 volte/giorno

>Ult: da 3 a 4 càc al giorno

Per 5-7 giorni

>Eurono: Bambino: 1 ml/10kg/giorno

>Ult: 1 càc/giorno

Da prendere 7 giorni/mese o per persone vulnerabili (storia di infezioni ripetute) 4 giorni alla settimana durante il periodo

> Acuta: da 3 a 4 càc/giorno

Per 5-7 giorni

>Se prevenzione della recidiva o cronica: da 1 a 2 càc/giorno

15 giorni/mese

> Acuta: da 2 a 4 càc/giorno per 15-30 giorni

>: da 1 a 2 càc/giorno per 1 mese per il rinnovo

  • Tessuto connettivo polmonare (enfisema, broncopneumopatia cronica ostruttiva): Cipresso – Ginkgo – Gambero

Da 1 a 2 càc/giorno per 1 mese

Clementine. m.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *