THE CANNEBERGE (Vaccinium macrocarpon) Vantaggi e indicazioni sulla proprietà

IL CANNEBERGE (Vaccinium macroCARPON)

Da dove viene?

Decorato con tutte le virtù, i mirtilli rossi suscitano un vivo interesse, tra le altre cose per le sue virtù sulla sfera urinaria (infezioni e cistite).

Il mirtillo rosso è un arbusto che cresce nelle torbiere nelle regioni fredde, in particolare in Nord America.

A metà del XIX secolo, i medici tedeschi avevano contribuito a diffondere l’uso medicinale di mirtilli rossi in tutto il mondo per prevenire e trattare le infezioni delle vie urinarie, un uso che è stato abbandonato dopo la seconda guerra mondiale con l’avvento di antibiotici sintetici. Tuttavia, le proprietà medicinali di queste bacche hanno cominciato ad essere riaperte nel 1960 durante la prima resistenza agli antibiotici.

La bacca di mirtillo è stata coltivata principalmente negli Stati Uniti dall’inizio del XIX secolo. Gli amerindi che lo chiamavano Imbi o Atoka, già padroneggiavano l’uso di queste bacche selvatiche e le loro qualità terapeutiche. Introdurranno questo frutto ricco di sostanze fitochimiche ai primi coloni e navigatori transatlantici che lo useranno come trattamento preventivo contro lo scorbuto per più di due secoli. È stato a lungo utilizzato per trattare le infezioni del tratto urinario.

Come possiamo descriverlo botanicamente?

Il mirtillo rosso è un arbusto sempreverde che cresce nelle torbiere, nelle foreste di montagna.

Il mirtillo americano cresce nelle torbiere e nei prati sabbiosi del Nord America, la sua presenza caratterizza i suoli imbevuti di acqua sphagnum.
Oggi, è coltivato industrialmente in bacini sabbiosi chiamati mirtilli rossi o atocaters (in Quebec), per la produzione delle sue bacche sferiche da 1 a 2 cm di diametro, di colore rosso scuro, con un sapore piccante.

Di cosa è fatto?

Il mirtillo è costituito principalmente da carboidrati semplici, acido benzoico, polioli, antocianosides, flavonoidi, proanthocyanidols e resveratrolo.

Quali sono le sue principali proprietà farmacologiche?

L’AFSSA considera che i mirtilli rossi effettivamente portano ad una diminuzione della frequenza delle infezioni del tratto urinario a causa di alcune E. Coli uropathogenes con P-fimbrae (Pili tipo P), nelle donne adulte. Tuttavia, sembra avere un potere acidificante sul pH urinario attraverso il suo alto contenuto di acido, che inibirà lo sviluppo di e-batteri. Coli che proliferano in pH neutro.

Il team di Gettman ha condotto uno studio su 12 pazienti con una storia di pietre di ossalato di calcio. L’ingestione di 1L di succo di mirtillo per 7 giorni ha mostrato una diminuzione del pH urinario da 5,97 a 5,67, un aumento significativo del calcio e dell’ossalato urinario e un leggero aumento della concentrazione urinaria negli ioni di magnesio e ammonio.

Il team di Weiss et al. riferisce che uno dei componenti del succo di mirtillo, NDM, ha la capacità di prevenire la coaggregazione di alcuni batteri responsabili di placche e malattie parodonti. Altri studi hanno seguito, dimostrando che il NDM di mirtillo inibisce l’adesione di un gran numero di specie batteriche. Questi studi in vitro sono supportati dallo studio clinico del 2004 che mostra che dopo un trattamento giornaliero di 6 settimane con un risciacquo della bocca contenente i costituenti di mirtilli, c’è una significativa diminuzione del numero di batteri nella saliva. NDM estratto da mirtilli rossi quindi agiscono come agenti anti-biofilm senza alterare la flora orale.

Le sue proprietà anti-cancro sono particolarmente simili ad altri componenti naturali. In vitro, estratti fitochimici da mirtilli rossi inibiscono in modo più efficace la crescita delle cellule tumorali.

Il mirtillo rosso è anche una prevenzione da malattie cardiovascolari aterosclerotiche. Cambia alcuni parametri del sangue di conseguenza (aumentato HDL, diminuzione in LDL ossidato). Il team di Ruel et al. ha mostrato che c’è una significativa diminuzione di LDL ossidato (responsabile per lo sviluppo di aterosclerosi) negli uomini che hanno preso il completamento del succo di mirtillo per 14 giorni.

Quali sono le indicazioni del mirtillo?

  • Infezioni del tratto urinario in Escherichia coli
  • Ulcere e gastriti presso Helicobacter pylori
  • Candidiasi Orale
  • Parodontosi
  • Colesterolo intracellulare

Quali sono le precauzioni per il lavoro?

  • Contrastata nei casi di iperuricemia, lithiasi urica e diabete.
  • Bere molta acqua con un trattamento di mirtillo
  • Rischio teorico di un aumento dell’eliminazione urinaria degli ossaliti di calcio

Ci sono rischi di interazioni farmacologiche?

Come tutte le sostanze contenenti principi attivi, il rischio di interazioni farmacologiche dovrebbe essere preso in considerazione.

Poiché i mirtilli rossi non fanno eccezione a questa regola, ecco un elenco di interazioni farmacologiche da considerare:

  • Evitare in combinazione con anticoagulanti (warfarin)

Come prenderlo e a quale dosaggio?

Nella preparazione magistrale

Ecco il dosaggio di estratti di liquidi di piante fresche standardizzate nella soluzione di glicere (EPS):

2 cucchiai, 5 giorni alla settimana, o 20 giorni / mese continuamente in un bicchiere d’acqua o in 1L di acqua potabile durante il giorno. Durata 6 mesi, da rinnovare secondo la clinica

da 1 a 2 cucchiai, per 30 giorni, in un bicchiere d’acqua o, se possibile, in 1L di acqua potabile durante il giorno

1 tst/giorno, 5 giorni alla settimana, da tenere in bocca 30 sec prima della deglutizione, 3 mesi, per rinnovare secondo la clinica

da 1 a 2 càc/giorno, per 1 mese, da rinnovare secondo la clinica

Clementine. m.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *