LE CASSIS (Ribes nigrum L.) Vantaggi e indicazioni per la proprietà

IL CASSIS O GRANDE NERO (Ribes nigrum L.)

Da dove viene?

Il cassis è una pianta importante dell’arsenale terapeutico: è anche di uso quotidiano, maneggevole e di perfetta sicurezza indipendentemente dall’età del paziente.Si tratta di una pianta moderna e molto vecchia, la cui conoscenza delle proprietà medicinali è stata tramandata di generazione in generazione.

Il cassis è originario delle regioni montuose dell’Eurasia, che si trovano spontaneamente nell’Europa settentrionale e centrale, così come nell’Asia settentrionale. Troviamo la blackcover in Francia soprattutto in Borgogna, con varietà come “Giant of Boskoop” e “Black of Burgundy”.

Al giorno d’oggi, facciamo rinomati liquori con i suoi frutti nella Gold Coast.

Come possiamo descriverlo botanicamente?

Il ribes nero è, in breve, un arbusto alto circa 1,5 m, cespuglioso, il cui odore aromatico proviene da piccole ghiandole resinose gialle situate sotto le sue foglie.Sono decidue, alternate, pilioli, ordinati o pentalobed, pubescenti e pallidi sotto. Essi sono raccolti da maggio a luglio. Le sue bacche sono lussureggianti, nero-brillante, raccolte in grapcule dauful.

Di cosa è fatto?

Le foglie di blackcrow sono composte da flavonoidi, oligomeri pro-antocianidolic e altri costituenti, tra cui oli essenziali di sabinena. Mentre i frutti di blackcover sono composti da carboidrati, vitamina C, vitamina E, polifenoli, carotenoidi e polisaccharidi.

Quali sono le sue principali proprietà farmacologiche?

La sua attività antinfiammatoria complessa dipendente dose si manifesta 2 a 4 ore dopo la somministrazione del prodotto ed è spiegato dalle prodelphinidine, dall’azione anti-radicale, dalla sua azione inibitoria enzimatica (lipo e ciclo-ossigenasi, istidina-decirboxilase, elasta, collagenasi, iroxydase, ialuronidase, fosfodiesterase dell’AMPc, aldolase-reductase), stimolando l’ixylazione del prolina e inibendo il percorso dell’acido aracidionico. Senza un effetto ulcerosa, il suo effetto è paragonabile ai FANS di riferimento (indomethacin e acido niflumico).

Il cassis intrappola i radicali liberi e si oppone alla lipoperossido, dalle proanthocianine oligomere, l’attività antinfiammatoria delle proanthocianine è legata all’inibizione dell’infiltrazione di leucociti, alla regolazione verso il basso delle molecole di adesione endoteliale, ICAM-1 e VCAM-1, queste molecole sono in grado di modulare la trascrizione VEGF.

C’è anche attività salidiuretica, natriuretica e antiipertensiva (1500 mg di foglie secche per kg).

Un estratto di foglie di ribes nero selvatico ha mostrato potenti proprietà antivirali contro il virus dell’influenza A, senza indurre resistenza, a differenza dell‘amantadina.

Il ribes nero ha un effetto favorevole sulla circolazione venosa, sulla microcircolazione e sull’acuità visiva.
Il succo di frutta ricco di vitamina C è adattogeno, quindi aiuta a combattere lo stress, ed è anche antivirale, antidiarroale e anti-ossidante (da acidi fenolici, flavonoidi, carotenoidi, flavonoli, flavan-3-ol, antocianosides).

Il frutto ha proprietà antivirali in particolare, l‘attività delle bacche in generale (genere Vaccinium e Ribes) è correlata con il loro contenuto di polifenoli, che sono uno dei fattori chiave negli effetti antivirali.
Estratto di frutta di blackcrow è antivirale contro il virus respiratorio sinciziale, virus influenzale A e B, adenovirus, herpes simplex 1 virus, ecc.

Quali sono le indicazioni di Cassis?

  • Reumatismi e dolori articolari
  • Goccia
  • Discrasia del sangue e ipertensione
  • Influenza
  • Tosse spasmodica
  • Gargarismi nell’angina
  • Diarrea
  • Supporto immunitario e convalescenza
  • Preparazione e recupero da attività fisiche
  • Patologie di eliminazione

Quali sono le precauzioni per il lavoro?

  • Sotto-indicato nelle donne incinte o in gravidanza
  • Solo per adulti
  • Sotto-consigliato in caso di malattia grave o renale (edema)
  • Vincolato in caso di ipersensibilità alle sostanze attive

Ci sono rischi di interazioni farmacologiche?

Come tutte le sostanze contenenti principi attivi, il rischio di interazioni farmacologiche dovrebbe essere preso in considerazione.

Poiché il blackcanting non fa eccezione a questa regola, ecco un elenco di interazioni farmacologiche da considerare:

  • Evitare in combinazione con diuretici sintetici e indossare l’IUD
  • L’olio di semi dovrebbe essere evitato con anticoagulanti, a causa della presenza di acidi grassi (ma solo olio di semi)

Come prenderlo e a quale dosaggio?

Nella preparazione magistrale

Ecco il dosaggio di estratti di liquidi di piante fresche standardizzate nella soluzione di glicere (EPS):

Da 1 a 2 càc/giorno – cure da 1 a 3 mesi

  • Attività fisiche (preparazione e recupero atleti e over 50): Cassis – Ginseng – Tribulus

Da 1 a 2 càc/giorno per 3 mesi

2 càc/giorno per 15 giorni rinnovabili

2 càc/giorno per 15 giorni rinnovabili

  • Demineralizzazione e disturbi della trofia osteo-articolare: Cassis – Nettle PAPrele

2 càc/giorno per 3 mesi rinnovabili

  • Affaticamento legato all’ipotiroidismo frustrato, ipotiroidismo funzionale: Cassis – Avena

Da 1 a 2 càc/giorno per 1 mese rinnovabile

2 cucchiai 1,5 l di acqua da bere durante il giorno per 3 mesi rinnovabili

1 tst/giorno durante il periodo rischioso

  • Trattamento di fondo per l’artrite reumatoide articolare e peri-articolare: Cassis – WillowCurcuma

Da 1 a 2 càc/giorno per 3 mesi

Clementine. m.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *