THE DESMODIUM (Desmodium adscendens) Benefici e indicazioni Proprietà

IL DESMODIUM (Desmodium adscendens)

Da dove viene?

Desmodium fornisce un valido supporto al funzionamento del fegato rigenerando le sue cellule. È una pianta importante per tutte le malattie del fegato e per accompagnare una cura disintossicante. Questa pianta perenne, che avvolge palme o alberi di cacao, è particolarmente originaria dell’Africa equatoriale. L’origine del Desmodium proviene dai “desmos” greci che significa “link” o “beam”, e allude agli stami che si riuniscono in tubi alle loro estremità e “adscendens” rappresenta le proprietà delle parti aeree nell’arrampicata dei tronchi delle palme ad olio in luoghi umidi e ombreggiati.

In Africa, è utilizzato principalmente dai professionisti tradizionali per varie malattie del fegato tra cui l’epatite virale.

Come possiamo descriverlo botanicamente?

Il desmodio è, in breve, un legume erbaceo più o meno perenne in luoghi umidali, che si circonda comunemente dei tronchi. Le foglie sono sciocchezze alternate. I fiori sono viola chiaro e i frutti sono anche baccelli verdi. È principalmente originaria delle regioni tropicali ed equatoriali dell’Africa.

Di cosa è fatto?

Il desmodio è costituito principalmente da polifenoli, antocianosides, flavonoidi, alcaloidi e saponosides triterpenoidi.

Quali sono le sue principali proprietà farmacologiche?

Il desmodio protegge le cellule epatiche dai danni causati da sostanze epatotossiche. Uno studio clinico ha anche dimostrato la sua efficacia sull’evoluzione della mialgia, dell’itterizia, delle transaminazioni, della bilirubina e della negativazione dell’antigene HbS nella metà dei casi in 45 giorni nel contesto dell’epatite B virale. Questo studio è stato condotto su 50 pazienti con epatite virale. Il trattamento desmodio (3 volte al giorno) è stato quindi somministrato loro per 45 giorni.

Desmodium provoca anche in vivo e alte dosi (1 mg/kg) una depressione del sistema nervoso centrale che si traduce in:

  • Ipotermia
  • analgesia dipendente dalla dose
  • diminuzione dell’attività motoria e del comportamento esplorativo
  • una diminuzione della fase tonica delle convulsioni indotta da pentilentetrazolo e acido kainico, nonché un’inibizione della diffusione delle convulsioni.

Quali sono le indicazioni di Desmodium?

  • Epatite virale A e B alla fase iniziale
  • Asma e allergie
  • Bronchite cronica
  • Emicrania
  • Dolore alla schiena
  • Dolore muscolare e articolare
  • Epilessia (effetto neuroprotettivo)
  • Prevenire gli effetti collaterali della chemioterapia
  • Insufficienza epatica cellulare
  • Dolore anti-spasmodico e antinfiammatorio da dolore epatico di cui

Quali sono le precauzioni per il lavoro?

  • Contraindicato nelle donne incinte o in lattanti, così come nei bambini di età inferiore ai 12 anni
  • Rischio di nausea e diarrea
  • Ad oggi non sono state segnalate interazioni farmacologiche

Come prenderlo e a quale dosaggio?

  • 10 grammi al giorno in 15 minuti di decotto in danni alle cellule epatiche, trattamento di tre settimane
  • Da 7 a 8 grammi in altri casi (allergia, azione preventiva in chemioterapia)

Nella preparazione magistrale

Ecco il dosaggio di estratti di liquidi di piante fresche standardizzate nella soluzione di glicere (EPS):

1 c. caffè mattina e sera per 1 mese, rinnovabile 3 mesi, per diluire in un grande bicchiere d’acqua

Clementine. m.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *