Quali piante dormire meglio?

Quali piante dormire meglio

Le piante per un sonno migliore, che lenire e alleviare la sonnolenza sono molti. Vi elenco alcuni di loro attraverso questo articolo. Qui ci sono nove piante che possono offrire un sonno riposante.

Biancospino (Crataegus oxyacantha)

I fiori di biancospino agiscono più specificamente sul sistema cardiovascolare e hanno un’azione lenitiva, infatti, questa pianta è particolarmente utile in caso di palpitazioni, aritmie e ipertensione. I suoi principi attivi hanno un’azione sulla pompa di potassio del muscolo cardiaco, regolando così il suo ritmo. da 1 a 2 cucchiai di fiori secchi per tazza.

Melissa officinalis

Melissa è preferibile dormire meglio perché ha un’azione sedativa sul sistema nervoso centrale. Prendete se siete inclini a spasmi e nevralgia. Melissa deve essere considerata più specificatamente se il sistema digerente è disturbato, con un’origine nervosa provata. Utilizzare 10 grammi per tazza se la pianta è asciutta e fino a 5 grammi se il balsamo di limone è fresco.

Il Lime Tree (Tilia platyphyllos)

I fiori di tiglio contengono flavonoidi e un alcool sesquiterpene, il farnesolo. Legandosi ai recettori bénzodiazépines nel cervello, il farnesolo diventa l’agente responsabile delle proprietà ipnotiche del tiglio. Questo è il motivo per cui il tè alle erbe calce provoca un generale pacificazione e facilita la venuta di sonno. Da 5 a 6 fiori, o un pizzico grande nella tazza di acqua bollente. Per i bambini, anche i più piccoli, utilizzare il Linden boccioli.

Verbena (Lippia citriodora)

Citral e vitexina sono principi attivi che danno le proprietà antispasmodiche e rilassanti della verbena fragrante. Usato nel caso degli spasmi digestivi, la verbena fragrante aiuta a ridurre il nervosismo generale, a promuovere un sonno rigenerante, e quindi a dormire meglio. 1 maniglia piccola per tazza.

Il fiore d’arancio (Citrus aurantium)

Boccioli di fiori d’arancio hanno un effetto lenitivo e, soprattutto, indurre il sonno riducendo le tensioni nervose. da 1 a 2 cucchiaini di fiori secchi in una tazza di acqua bollente.

Camomilla (Matricaria recutita)

Camomilla Partenio permette di calmare gli spasmi e regolare il nervosismo. I suoi principi attivi (acidi fenolici, flavonoidi, procyanidols, cumarina, sesquiterpeni) presenti nelle cime fiorite sono responsabili per il suo gusto amaro, ma è comunque sedativo. Due cucchiaini per tazza.

La Passiflore (Passiflora incarnata)

Sono gli alcaloidi e i flavonoidi contenuti nella parte aerea del Passiflore che permettono a chi lo consuma di dormire meglio. Il Passiflore ha un’azione essenzialmente sul sistema nervoso. È per questo motivo che è raccomandato in insonnia e disturbi dell’umore legati ad un superlavoro cerebrale. Passiflore quindi ha un’azione calmante, riducendo gli Stati di nervosismo e ansia. Questa pianta è anche antispasmodico. 2 g di fiori e foglie in una tazza di acqua bollente.

Valeriana (Valeriana officinalis)

La composizione della valeriana è complessa: acido isovalerianic, Bornéols, eteri formiriques, terpeni. La coniugazione di questi principi attivi rende la valeriana un impianto altamente sedativo, con un’azione sia per addormentarsi che per la qualità del sonno globale. Come un importante regolatore del sistema nervoso centrale, la valeriana può dormire meglio, grazie al suo effetto lenitivo e antispasmodico. Il potere dei suoi beni vale la sua reputazione come un sonnifero naturale, senza soffrire gli effetti collaterali negativi. Attenzione, vi è il rischio di assuefazione alla valeriana, in forme più concentrate galenico, o ad alte dosi. In più, non dovrebbe essere usato in donne incinte o d’allattamento. 2 g di radici in una tazza di acqua bollente. Lasciate infondere da 10 a 15 minuti.

Il escholtzia (escholtzia californica)

Il Escholtzia, della famiglia Papaveraceae, è considerato un ansiolitici naturali. Il protopine e il Californidine, della famiglia degli alcaloidi, gli danno le sue proprietà ipnotiche, come per questi principi attivi, ti fanno dormire meglio, e riducono significativamente i risvegli notturni. Escholtzia è una pianta importante nel nervosismo, ansia e disturbi del sonno in quanto non genera alcuna assuefazione. Sedativo senza essere narcotico, può essere usato per i bambini. 20 g/litro. Lasciate infondere almeno 15 minuti.

Erba di San Giovanni (Hypericum perforaum)

Erba di San Giovanni regola il sistema nervoso attraverso le proprietà del ipericina che contiene. Infatti, questa sostanza stimola la secrezione di melatonina (ormone del sonno e la regolazione dei bioritmi). Iperico aiuta a dormire meglio, ma ha un’azione più ampia sul vostro orologio biologico interno. Questo è ciò che gli deve la sua fama di antidepressivo naturale. Tuttavia, l’erba di San Giovanni è incompatibile con la presa di alcuni farmaci chimici. Versare acqua bollente oltre 2 g di pianta. Si noti che il consumo di tisane non deve superare tre settimane, e le precauzioni di uso specifico per alcune piante devono essere rispettati al fine di rimanere in buona salute.

Delphine L., naturopata

Fonti Fatima-Gailhac A., articolo “le piante sono infusa!”, rivista biocontact n ° 241, dicembre 2013 http://www.sommeilzen.com/la-tisane-et-le-sommeil/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *