Morbo di Graves, tiroidite autoimmune causata da vari fattori

Morbo di Graves

La malattia di Graves, nota anche con il nome di Graves , è una malattia autoimmune che colpisce la ghiandola tiroidea, che provoca ipertiroidismo o iperfunzione di questa ghiandola. La malattia di Graves rappresenta in particolare il 76% dell’ipertiroidismo. Colpisce di preferenza le donne relativamente giovani, ma può comunque manifestarsi a qualsiasi età.

Un po’ di storia

Robert James Graves era un chirurgo irlandese. Dopo aver descritto il gozzo esoftalmico nel 1835, diede il nome al morbo di Graves . Nato in Germania il 27 marzo 1796, morì a Dublino il 20 marzo 1853.

Piccolo promemoria sulla tiroide

La tiroide è una ghiandola ormonale situata accanto all’esofago a forma di papillon. È inoltre costituito da un gruppo di vescicole formate da un unico strato cellulare, composto principalmente da tireoglobulina. Questa tiroide produce essenzialmente due ormoni principali: T3 (triiodotironina) e T4 (tetraiodotironina) o tiroxina, che svolgono un ruolo chiave nel metabolismo cellulare e nella produzione di energia.(sotto forma di ATP). Un altro ormone tiroideo: la calcitonina tiroidea, che è particolarmente legata alla crescita. È stato anche dimostrato che l’ipertiroidismo ha un impatto maggiore sulle giovani donne che sugli uomini e che di solito si manifesta in forma ereditaria (o genetica). Tuttavia, può anche essere la conseguenza di altre malattie (come il diabete mellito).

Focus sull’ipertiroidismo

L’ipertiroidismo può infatti causare una secrezione anormalmente elevata di ormoni tiroidei . Il corpo di una persona con malattia di Graves produce quindi autoanticorpi dell’immunoglobulina di tipo IgG . Questi anticorpi, che prendono di mira il corpo stesso, sono in particolare attaccati in modo permanente ai recettori tiroidei per l’ormone stimolante la tiroide o l’ormone stimolante la tiroide TSH. La maggior parte dei pazienti ha quindi questi anticorpi, chiamati TSI: Immunoglobuline stimolanti la tiroide.

Cos’è la malattia di Graves?

La malattia di Graves colpisce circa lo 0,5% della popolazione ed è responsabile della maggior parte dei casi di ipertiroidismo (dal 50 all’80%). Come per il solo ipertiroidismo, le donne rappresentano la stragrande maggioranza delle persone colpite da questa malattia. La malattia di Graves è quindi più comune nelle donne giovani e di mezza età, e il picco è tra i 40 ei 60 anni, ma può ancora verificarsi a qualsiasi età.

Questa malattia è una tiroidite autoimmune con fattori genetici e ambientali, entrambi i quali alla fine possono facilmente portare all’insorgenza di questa malattia. Alcune sottoclassi di geni HLA di classe II sono state identificate come fattori genetici predisponenti e una consistenza della malattia di Graves è stata trovata nel 35% dei gemelli identici. Una storia familiare di malattia di Graves è in realtà associata ad un aumentato rischio di malattia e ad un’età di insorgenza più avanzata .

Solitamente la proporzione di T3 secreta dalla tiroide è circa il 20% del totale, ma nella malattia di Graves aumenta fino a circa un terzo .

Cosa fare in caso di ipertiroidismo?

È importante essere sottoposti a screening per ipertiroidismo da lieve a precoce (TSH tra 0,1 e 0,240 mIU/L), e tiroide iperattiva (TSH tra 0,240 e 0,500 IU/L), che richiedono anche un monitoraggio clinico e biologico. Dovrebbe essere effettuata un’appropriata valutazione eziologica per diagnosticare un possibile morbo di Graves o un nodulo tiroideo caldo. Come minimo, è necessaria un’ecografia tiroidea, possibilmente una scansione della ghiandola tiroidea. Potrebbe essere necessaria una consulenza specialistica.

Prima di passare ai farmaci antitiroidei sintetici (carbimazolo, tiomazolo), è sempre possibile iniziare con un freno più dolce in erboristeria. Inoltre, i due approcci terapeutici possono essere complementari , garantendo sempre un monitoraggio medico, clinico e biologico.

Quali sono i sintomi della malattia di Graves?

L’ipertiroidismo è direttamente correlato alla malattia di Graves e tuttavia può causare alcuni segni e sintomi, come termofobia, disturbi digestivi, grave perdita di peso, sensazione di tensione e tremori, aumento della frequenza cardiaca con tachicardia, insufficienza respiratoria, affaticamento cronico, ecc.

In alcune forme di malattia di Graves, questi sintomi sono talvolta associati a un grande gozzo , gonfiore della pelle sulle gambe e disturbi agli occhi in cui i globi appaiono insolitamente grandi o “sporgenti” con una sensazione di secchezza e bruciore degli occhi.

A che punto siamo con la ricerca clinica sui trattamenti naturali?

Corniolo di sangue :

In associazione con Viburnum lantana , Cornus sanguinea è un eccellente trattamento dell’ipertiroidismo (malattia di Graves) con segni di tireotossicosi, tachicardia, perdita di peso, tremori delle estremità, termofobia, irritabilità, iperemotività o persino diarrea.

Il Gremil:

Grémil è dotato di attività antitiroide. Rallenta la funzione tiroidea con diversi meccanismi :

  • Inibizione della deiodinazione enzimatica della tiroxina T4 a triiodotironina T3
  • Inibizione dell’assorbimento di iodio nella tiroide
  • Combinandosi con TSH, si oppone così alla sua azione, senza modificare l’ormone della crescita
  • Inibizione dell’attivazione dell’adenil ciclasi intratiroideo

Melissa :

Indicati nell’ipertiroidismo lieve, o anche morbo di Graves, estratti di Lycopus virginicus , Lycopus europaeus , Melissa officinalis , o anche Lithospermum officinale , hanno infatti attività antitiroide e possono interagire con le immunoglobuline G specifiche per il morbo di Graves inibendo il loro legame al TSH capacità del recettore.

Nigelle :

La Nigella è inoltre raccomandata nelle malattie autoimmuni, come la sclerosi multipla, il morbo di Graves, l’artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Reiter, ecc.

 

Fonti bibliografiche mediche e studi clinici :

 

 

 

Clementina. M.
Scrittore di articoli scientifici
Naturopata – Aromaterapeuta / Erboristeria – Fitoterapista
Consulente in Fito-aromaterapia clinica ed Etnomedicina

Leave a Reply

Your email address will not be published.