Sunburn, come lenirlo in modo naturale?

Il sole e tutte le altre fonti di luce ultravioletta possono effettivamente causare scottature o arrossare la pelle.

Sebbene prevenire sia meglio che curare, soprattutto se il danno alla pelle è permanente, esistono, tuttavia, trattamenti naturali disponibili per incoraggiare la guarigione, prevenire le infezioni e ridurre il dolore.

Definizione sunburn

Le scottature solari sono ancora troppo comuni nonostante le campagne di prevenzione. In realtà è equivalente a un’ustione di primo o secondo grado.

Scottature di primo grado: la pelle è arrossata e dolorante ma non ci sono “bolle”.
Quella di secondo grado è rossa e dolorosa come la prima, ma in più sono presenti delle “bolle”.

-I raggi ultravioletti (UV) provengono dalla luce solare:
I raggi UVB sono responsabili dell’effetto “scottatura solare” e quindi dell’ustione.
I raggi UVA sono responsabili dell’invecchiamento della pelle.
I raggi UVA e UVB danneggiano le cellule e sono cancerogeni
A seconda del luogo di residenza, della stagione o dell’ora del giorno, il soleggiamento può essere variabile, inoltre la quantità di UV ricevuti è molto intensa in quota (in montagna) e in riva al mare (mare, lago piscina. .)

 

I tre gradi di gravità delle scottature solari

  • La comune scottatura provoca la comparsa graduale di chiazze rosso vivo, al massimo in 12-24 ore.
    Questi possono durare da 3 a 5 giorni.
    L’attacco è limitato agli strati superficiali dell’epidermide.
  • L’ustione di 1 ° grado è molto dolorosa.
    Si manifesta come macchie rosse, sulle quali si possono formare vesciche.
    Questi sono di varie dimensioni e possono essere raggruppati insieme.
  • La scottatura di 2 ° grado è causa di dolore intenso e duraturo.
    La riparazione della pelle richiede molto tempo.
    Ma con scottature solari gravi o estese, mal di testa, brividi e febbre sono sintomi comuni.

 

Quando cercare assistenza medica per una scottatura solare

1- Chiama il pronto soccorso per casi gravi.

Chiama il pronto soccorso se tu o un amico avete i seguenti sintomi:

  • Debolezza
  • Confusione
  • Perdita di conoscenza

2-Chiama un medico se hai segni di colpo di calore o disidratazione.

Se hai i seguenti sintomi dopo una scottatura solare, consulta un medico il prima possibile. Se uno qualsiasi di questi sintomi è debilitante, chiama il pronto soccorso invece di aspettare l’appuntamento del medico.

  • Ti senti debole
  • Ti senti come se stessi per svenire o ti senti stordito
  • Gli analgesici non hanno alcun effetto sul mal di testa o sul dolore che provi
  • Il tuo polso o il tuo respiro sono veloci
  • Sei estremamente assetato, non stai urinando o i tuoi occhi sono affondati nelle orbite
  • La tua pelle è pallida, umida o fredda
  • Hai nausea, febbre, brividi o eruzione cutanea
  • I tuoi occhi fanno male e sei sensibile alla luce
  • Hai vesciche grandi e dolorose larghe più di un centimetro
  • Stai vomitando o hai la diarreae

3- Presta attenzione ai sintomi di un’infezione.

Se osservi i seguenti sintomi, specialmente intorno a una vescica, la tua pelle potrebbe essere infetta. È essenziale farti controllare da un medico.

L’area intorno alla vescica è dolorosa, gonfia, arrossata o calda
Ci sono strisce rosse che si estendono oltre la vescica
C’è del pus che fuoriesce dalla vescica
I tuoi linfonodi sono gonfi nel collo, nelle ascelle o nell’inguine
Hai la febbre

4- Chiama il pronto soccorso per ustioni di terzo grado.

È possibile essere scottati al terzo grado dal sole, anche se questo rimane eccezionale. Se la tua pelle sembra bruciata, cerosa e bianca, ha un colore brunastro o è gonfia e rugosa, non aspettare oltre per chiamare il 911. Solleva l’area bruciata sopra il cuore mentre aspetti e sposta i vestiti intorno all’area per evitare che si attacchino alla ferita senza rimuoverli.

 

I diversi trattamenti per le scottature solari

È necessario un parere medico per una scottatura solare:

  • di secondo grado
  • primo grado esteso
  • nei bambini o negli anziani
  • nelle persone con diabete o affette da patologia venosa o arteriosa.
  • Sulla scottatura:

Si consiglia di applicare spessi strati di Biafine massaggiando leggermente la scottatura massaggiando leggermente 2-4 volte al giorno, poi più volte al giorno con una crema riparatrice doposole.

Trattamenti omeopatici per le scottature solari

Si consiglia di utilizzare l’omeopatia in aggiunta a creme lenitive come Avène Hydrance Cream, ad esempio nei seguenti casi:

-se la pelle è rosa e un po ‘gonfia: Apis Mellifica 15 CH: 5 granuli 4 volte al giorno

-se la pelle è arrossata e fa male: Belladonna 9 CH: 5 granuli 4 volte al giorno

-se sono presenti “bolle”: Cantharis 15 CH: 5 granuli 3 volte al giorno, in attesa del consulto.

Per evitare scottature, è importante proteggersi fisicamente con vestiti e cappelli. Le scottature solari non dovrebbero più essere esposte al sole.

I filtri solari devono avere un fattore di protezione adeguato all’intensità del sole e al tipo di pelle (opaca, chiara, molto chiara, ecc.). I filtri solari devono essere applicati mezz’ora prima dell’esposizione e rinnovati ogni 2 ore o dopo ogni bagno. Prediligi creme con indice massimo per bambini e neonati: scegli sempre la crema con indice massimo (come Crema Solare Biologica Alga Maris SPF50), proteggile il più possibile con indumenti, cappellini, ecc. ed evitare assolutamente l’esposizione al sole tra le 12 e le 16.

Se stai per esporsi al sole e stai assumendo farmaci (per via orale o anche applicati sulla pelle), chiedi al tuo farmacista se esiste il rischio di fotosensibilizzazione.

 

Rimedi naturali per le scottature solari

Per lenire la sensazione di bruciore, puoi utilizzare diversi rimedi naturali, ovvero:

olio di calendula bio: noto per le sue proprietà cicatrizzanti e lenitive, è ideale per pelli indebolite e irritate e aiuterà la tua pelle a ricostruirsi. Puoi applicare una piccola quantità di olio massaggiando delicatamente la zona interessata e lasciare in posa per tutta la notte.

argilla verde: una volta miscelato con l’acqua, il fango ottenuto aiuta a fermare le infiammazioni e aiuta la guarigione. Applicare come impiastro e lasciare agire per due ore prima di risciacquare delicatamente con acqua fredda.

albume soffice: crea una consistenza spumosa di albumi per richiamare il dolore con le proprietà calmanti delle proteine.

bicarbonato di sodio: applicare impacchi imbevuti (diluizione di un cucchiaio di bicarbonato di sodio in 250ml di acqua fredda) nella miscela e ripetere l’operazione fino a quando la sensazione di bruciore scompare.

yogurt bianco in impiastro per lenire e rinfrescare la pelle: applicare come impiastro per 15 minuti e sciacquare delicatamente con acqua fredda.

– il succo di limone come rinfrescante e antisettico … il succo di limone contro le scottature aiuta anche la pelle a rigenerarsi. Diluire un succo di limone in acqua fredda e applicare in compresse. Ripeti il ​​processo fino al miglioramento.

aloe vera: rimedio naturale noto per le sue proprietà contro ustioni, irritazioni o anche ferite superficiali, ecc. Il gel di aloe vera viene applicato sulla pelle per combinare idratazione e guarigione. La sua texture fresca lenisce e penetra in profondità.

miele: idratante e lenitivo, nutrirà la tua pelle e previene la successiva desquamazione.

cetrioli o aceto: per lenire le scottature dovute alle scottature, potete applicare sulla pelle succo di cetriolo fresco o impacchi di aceto (aceto con poca acqua), che danno un vero sollievo.

Arnaud. C (Dottore in Farmacia)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *