Disturbi della libido da un punto di vista naturopatico

libido

Il disturbo dell’interesse sessuale o dell’eccitazione sessuale è caratterizzato dall’assenza o dalla diminuzione dell’interesse sessuale, dall’inizio dell’attività sessuale, dal piacere, dai pensieri e dalle fantasie; mancanza di desiderio di risposta; e/o l’assenza di eccitazione soggettiva o di risposta genitale fisica alla stimolazione sessuale, non genitale e/o genitale.

La disfunzione erettile , nel frattempo, è l’incapacità di raggiungere o mantenere un’erezione soddisfacente per completare l’atto sessuale. La maggior parte della disfunzione erettile è legata a disturbi vascolari, neurologici, psicologici o ormonali. La valutazione si basa generalmente sull’indagine delle patologie sottostanti e sul livello di testosterone.

Quali possono essere le cause dei disturbi della libido?

  • Fattori psicologici ( depressione , ansia, bassa autostima, stress, distraibilità, mancanza di comunicazione tra i partner, altri problemi di relazione)
  • Esperienze sessuali non gratificanti (a causa della mancanza di abilità sessuali, scarsa comunicazione dei bisogni o trauma prolungato)
  • Fattori fisici (disturbi come la sindrome genito-urinaria della menopausa e le distrofie vulvari, cambiamenti nei livelli di ormoni sessuali, alcuni farmaci, affaticamento)
  • Patologie vascolari
  • Disordini neurologici
  • Le complicanze della chirurgia pelvica (prostatectomia radicale – anche con tecniche di risparmio nervoso – cistectomia radicale, chirurgia del cancro del retto) sono altre cause comuni. A volte la resezione transuretrale della prostata è una causa. Altre cause includono disturbi ormonali , farmaci , irradiazione pelvica e anomalie anatomiche del pene (malattia di Peyronie). Una pressione perineale prolungata (come quando si va in bicicletta) o un trauma pelvico o perineale possono causare disfunzione erettile.

Cos’è la carenza di androgeni?

La carenza di androgeni può ostacolare non solo la qualità della vita sessuale della donna, il suo desiderio sessuale, il desiderio e la motivazione, ma anche il suo amore per la vita in generale e la salute. Nel 2001, un consenso ha stabilito la definizione di questa condizione, la sua valutazione ei criteri diagnostici per le donne in postmenopausa e postmenopausa. La sindrome da insufficienza androgenica è quindi definita da un insieme di sintomi accompagnati da una riduzione del livello di testosterone biodisponibile e da un normale stato estrogenico. La carenza di androgeni associata all’invecchiamento provoca un calo dei livelli ematici degli ormoni androgeni e dei loro precursori (DHEA, testosterone).

I segni fisici:

I segni fisici della carenza di androgeni in entrambi i sessi sono :

  • Cedimento e indebolimento dei muscoli
  • Eccessiva riduzione della pelosità (nel pube, ascelle)
  • Invecchiamento prematuro
  • L’ osteoporosi

Segni psichici:

I segni psichici della carenza di androgeni in entrambi i sessi sono :

  • iperemotività
  • Ipersensibilità alle emozioni e allo stress
  • Mancanza di autostima
  • Perdita di iniziativa e autorità
  • Diminuzione della libido

Da dove vengono gli androgeni?

Gli androgeni sono prodotti dalle ovaie, dalle ghiandole surrenali e dalla conversione nel fegato, nel tessuto adiposo e nei muscoli. I due principali androgeni che ci interessano in questa sindrome sono deidroepiandrosterone (DHEA) e testosterone.

Il DHEA, chiamato anche ormone genitore, si converte in estrogeni e testosterone . E quest’ultimo diventerà parzialmente estradiolo (E2). SHBG (globulina legante gli ormoni sessuali o proteine ​​che trasportano steroidi sessuali) è infatti responsabile del mantenimento dell’equilibrio androgeno/estrogeno. Diversi fattori possono influenzare la concentrazione plasmatica di questa proteina.

Esistono rimedi erboristici per promuovere la libido?

Avena :

L’avena è indicata nell’astenia fisica e mentale ; soprattutto nei casi di superlavoro intellettuale con iperattività, esaurimento mentale, instabilità dell’umore e diminuzione della libido , per la sua azione rinforzante al mattino e lenitiva a fine giornata.

Il Tribulo :

Il tribulus ha un’azione stimolante a livello della libido . Negli esseri umani, tribulus stimola i livelli di testosterone in volontari sani, in particolare il testosterone libero, quando mostrano numeri inferiori al normale, ma non in quelli con valori di base normali. Tuttavia, non sembra aumentare il livello di testosterone nei soggetti sani, in particolare nei giovani.

Tribulus ha anche un meccanismo d’azione sulla funzione sessuale maschile . Questo sarebbe piuttosto legato alla sua attività sul monossido di azoto (NO = Ossido Nitrico). La pianta regola l’NO, che le conferisce in particolare proprietà vasodilatatrici. La protodioscina esercita un’attività pro-erettile. In vivo , questo composto migliora l’effetto rilassante della muscolatura liscia nel tessuto del pene e nei corpi cavernosi, aumentando eventualmente il rilascio di NO dall’endotelio e dalle terminazioni nervose.

Il tribulus agisce tra l’altro sulla disfunzione erettile . Uno studio del 2018 mostra un’attività della pianta sulla disfunzione erettile cronica, durante un esperimento clinico, controllato contro placebo, effettuato su 70 pazienti anziani. Questo lavoro di ricerca ha mostrato un miglioramento della funzione sessuale maschile e un aumento dei livelli di testosterone.

E le donne?

Questa pianta ha anche un’azione sulle disfunzioni sessuali femminili . In vivo , la frazione saponinica del tribulus promuove la funzione estrogenica e la fertilità. Uno studio del 2014, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, di 4 settimane su 67 donne con disfunzioni sessuali ha mostrato che il Tribulus terrestris può migliorare in modo sicuro ed efficace il desiderio nelle donne con ipoattività sessuale con disturbo del desiderio. Uno studio che rispetta gli stessi criteri scientifici, condotto nel 2016 su 40 donne in postmenopausa, ha mostrato un miglioramento significativo nelle aree del desiderio, eccitazione/lubrificazione, dolore e anorgasmia, senza effetti collaterali.

La Mucuna :

Solitamente utilizzato nell’infertilità maschile, nella disfunzione erettile , nella stimolazione della libido e nella tonificazione del corpo.

Grifone :

In vivo , nei maschi la somministrazione giornaliera per 9 giorni di un estratto di griffonia aumenta significativamente la libido . Al contrario, nei soggetti di sesso femminile ovariectomizzati, la griffonia somministrata in dose singola ad alta dose aumenta significativamente il comportamento di rigetto.

Cordyceps sinensis :

Nell’impotenza maschile , questo fungo aumenta la produzione di testosterone e la libido (maschile e femminile) quindi viene utilizzato nei trattamenti di fertilità.

Alcune formule di erboristeria

Ipoandrogenismo femminile, per eccesso di aromatizzazione (trasformazione del testosterone in estrogeno sotto l’azione dell’aromatasi):

Campo dell’ipoandrogenismo femminile o maschile in un contesto di stress ed eccesso di cortisolo (piante regolatrici del cortisolo, nell’ambito della riabilitazione allo stress):

Inizio declino androgeno, in entrambi i sessi, con diminuzione della vitalità con o senza bassa libido:

  • Estratto di Mucuna/ginseng: da 5 a 10 ml al giorno al mattino, in acqua.

Diminuzione della libido, diminuzione della vitalità negli uomini e nelle donne e disturbi sessuali precoci:

  • Estratto di Tribulus/ginseng: da 5 a 10 ml al giorno al mattino, in acqua.

Diminuzione della libido negli uomini, disturbi sessuali precoci:

  • Estratto di radice di Tribulus/ortica: da 5 a 10 ml al giorno al mattino, in acqua.

Diminuzione della libido negli uomini, disturbi sessuali precoci, in un contesto di ipotiroidismo e/o superlavoro mentale e intellettuale:

  • Tribulus/radice di ortica/estratto di avena: 10 ml al mattino in un bicchiere d’acqua.

Diminuzione della libido negli uomini e nelle donne, disturbi sessuali (astenia, frigidità, impotenza):

  • Estratto di Tribulus/ginseng/mucuna: 10 ml al giorno al mattino in acqua.

 

Fonti bibliografiche mediche e studi clinici :

Clementina. M.
Naturopata – Aromaterapeuta / Erboristeria –
Consulente Fitoterapista in Fitoaromaterapia Clinica ed Etnomedicina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *