Come trattare l’emicrania oftalmica naturalmente?

Merci de partager à vos connaissancesShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Le emicranie oftalmiche si presentano spesso dopo l’esposizione a luce luminosa ed aggressiva, ad un ambiente che è troppo rumoroso o dovuto calore e/o sforzo. Si tratta di una patologia comune che colpisce anche i bambini, gli uomini e le donne. Può essere molto debilitante al momento della crisi, ma l’emicrania non è grave. È simile ad un emicrania classico UE, tranne che inizia con eventi visivi come abbagliamento.

Emicrania oftalmica: definizione, sintomi e cause

Oftalmico emicrania è un’espressione comune per parlare di emicrania con aura visiva. È quindi parte della famiglia di emicrania, una malattia neurovascolare. L’emicrania senza aura è la più comune (80-90% dei casi). Si tratta di un mal di testa molto speciale che si manifesta in convulsioni ed è spesso accompagnata da nausea e vomito. L’emicrania con aura si riferisce a così dai fenomeni neurologici (visivi, sensoriali, motori o dispersioni di discorso) che precedono l’emicrania, caratteristica dell’emicrania. La fase aura può talvolta coesistere con la fase di cefalea: si parla di emicrania accompagnata.  In emicrania compaiono quando i piccoli vasi della testa si espandono (diventano più grandi). In caso di Aura, questa fase di dilatazione è preceduta da una fase di vasocostrizione (il contratto di vasi, il diametro si restringe). La fase Aura dura tra i quindici minuti e un’ora prima dell’inizio del mal di testa. Senza un trattamento adeguato, la crisi emicranica, con o senza aura, può durare da poche ore a tre giorni. Questa patologia è comune e benigna, ma regolarmente handicap nella vita quotidiana.

Sintomi di emicrania oftalmica

La fase Aura si traduce dapprima in disturbi visivi. Esistono diversi disturbi, possono essere o non associati:-punti luminosi (scotomata); -nero “mosche”; -Black Beach, che taglia il campo visivo a metà e ostacola la vista al punto che può essere impossibile da guidare, per esempio; -disegni geometrici. Si possono quindi avere disturbi di sensibilità:-formicolio; Intorpidimento. Possono apparire anche problemi linguistici (difficoltà o incapacità di parlare). Durante la fase Aura, il paziente non ha mal di testa. È dopo questa fase che l’emicrania può essere impostato. Nella maggior parte dei casi, il mal di testa appare e poi intensifica, il dolore può raggiungere il suo culmine dopo un tempo variabile a seconda dei soggetti, tra pochi istanti e diverse ore. L’emicrania è riconosciuta dal relativo carattere pulsatile, dalla localizzazione unilaterale e da alcuni fenomeni, quale l’impressione che un chiodo è attaccato in vostra testa. Il dolore individua anche sui templi, nella parte inferiore dell’occhio o dietro.

Cause di emicrania oftalmica

Molti fattori possono causare un’emicrania oftalmica. Tuttavia, questa patologia proviene soprattutto da un vasocostrizione delle arterie del cervello. Tenendo conto della storia familiare ha dimostrato che l’emicrania oftalmica sarebbe anche in parte ereditaria. Questa malattia influenzerebbe parecchi membri della stessa famiglia. Tuttavia, nessun serio studio scientifico ha confermato questa osservazione con certezza. È anche molto femminile. Gli estrogeni, ormoni che giocano un ruolo diretto nel funzionamento del cervello, lungamente sono stati implicati. Questo legame si spiega con il fatto che i nostri neuroni hanno recettori che catturano gli estrogeni. Le donne sono molto più diagnosticate degli uomini e quindi si rivelano più inclini a questa patologia. Le emicranie oftalmiche sono confuse molto spesso con le emicranie cataméniales. Questi ultimi sono solo legati ai cicli mestruali. Quando i livelli di estrogeni cadono naturalmente o quando la pillola è fermato (pochi giorni prima o all’inizio delle mestruazioni), ci sono cambiamenti cerebrali che causano alcune donne ad avere l’emicrania. Sappiamo anche che l’emicrania è una malattia genetica. La ricerca in corso ha rivelato un’anomalia su un locus cromosoma 8. Le cause delle emicranie non dovrebbero essere confuse con i fattori che innescano la crisi.

Fattori favorevoli ad una crisi di emicrania oftalmica

-Stress di varie origini, compreso l’ansia anticipazione della crisi; -consumo di alcol o di vino; Digiuno; -assenza o eccesso di sonno; -alcuni rumori; -forti odori; -luci illuminate (Strobes…); -regole per le donne (pochi giorni prima, durante o dopo). La caduta improvvisa di estrogeni al momento del periodo mestruale innesca la crisi di emicrania; -contraccezione di droga; -variazioni climatiche; -cambiamenti di ritmo -taluni alimenti quali cioccolato e latticini; Fumatori. Un posto speciale deve essere riservato allo sforzo. Se è inesatto dire che lo sforzo è la causa dell’emicrania in un individuo, è giusto dire che una situazione stressante può condurre alla moltiplicazione dei grippaggi in un soggetto di emicrania e, soprattutto, che l’emicrania causa lo sforzo. L’igiene della vita gioca un ruolo chiave nell’insorgenza di emicranie oftalmiche.

Trattamenti per alleviare l’emicrania oftalmica

Per trattare le emicranie oftalmiche, è inoltre possibile usare i metodi naturali o le tecniche della medicina molle. Così, le persone con questo tipo di cefalea si consiglia di bere il caffè o di bagnare la testa e il viso con acqua fredda. Una consultazione con un chiropratico, un agopuntore o un osteopata può anche essere efficace. È fortemente scoraggiato per prendere i farmaci prima della fase Aura-quello in cui il contratto di navi-è completato perché i farmaci, che sono costrizioni, si contraggono i vasi un po’ di più. Risultato: non vi è alcun effetto sul mal di testa che non è ancora apparso. Il trattamento dell’emicrania con aura varia a seconda delle crisi, della loro durata, della loro frequenza e del loro impatto sulla vita quotidiana. Per alleviare i sequestri, il trattamento con farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, ketoprofene, aspirina) e/o con triptani (vasocostrittori) è efficace. L’aspirina è anche usato in combinazione con antiemetici (vomito e nausea). Durante una crisi, dormire in una stanza tranquilla e al buio rende possibile sopportare il dolore o per ottimizzare l’effetto di una medicina adeguata.

Omeopatia

Oltre ad un trattamento adeguato e secondo i sintomi, prendere la scelta:-quando l’emicrania inizia sopra l’orbita dell’occhio destro: 2 granuli di sanguinaria 5 cat al momento dell’emicrania; -Se il dolore si trova principalmente a destra: Lycopodium 9 cat, 2 granuli 3 volte al giorno o 1 dose a settimana; -Quando l’emicrania comincia sopra l’orbita di sinistra: 2 granuli di Spigelia 5 ch al momento della crisi; -Se il dolore circola da sinistra a destra nella testa: 2 granuli di caninum Lago 9 ch al momento dell’emicrania.

Aromaterapia

Oftalmico emicrania è una patologia i cui sintomi possono essere diminuiti prendendo oli essenziali. L’uso di alcuni di loro avrebbe aiutato la crisi a scomparire. Trova nella nostra farmacia online bio, per esempio:

  • L’olio essenziale di vera lavanda: questo olio ha principi attivi come linalolo che darebbe vasodilatatore e proprietà sedativo. Avrebbe anche il vantaggio di promuovere il sonno e una migliore gestione dello stress. L’ansia e le ansie che possono essere fattori scatenanti saranno ridotte. La vera lavanda inibisce così la sensazione di dolore e stabilizza lo stato emotivo della persona. Per scoprire: Pranarom olio essenziale vero lavanda 10 ml
  • L’olio essenziale di menta piperita: questo olio essenziale è il riferimento in termini di mal di testa. Ha un alto livello di mentolo, che avrebbe inibito la trasmissione del dolore in quanto avrebbe agito nei recettori di questo dolore. Sarebbe anche un potente antinfiammatorio per calmare l’infiammazione dei neuroni. La relativa azione sarebbe veloce e si depositerà sopra la durata.  Da vedere: Puressentiel olio essenziale menta piperita bio 10 ml
  • L’olio essenziale di camomilla romana: le virtù dell’olio essenziale di camomilla romana sono stati scoperti da Galeno, un famoso medico greco. Lo stava già usando al momento contro mal di testa, emicrania ribelle e nevralgia. La camomilla romana avrebbe proprietà lenitive dell’attività del sistema nervoso centrale. Avrebbe agito come un analgesico e un antispasmodico. Un test: medico Valnet olio essenziale bio camomilla romana 5 ml o Arko essenziale olio essenziale di camomilla romana 5 ml
  • L’olio essenziale di basilico: l’olio essenziale di basilico è ricco di chavicol metile, un ingrediente i cui principi attivi agiscono come un potente antispasmodico. Basil impedirebbe la contrazione dei muscoli che circondano i vasi sanguigni. Il linalolo, presente anche in questo olio, conferirebbe su di esso un potere rilassante e calmante. Contribuirebbe a combattere le ansie e lo stress che potrebbero causare una crisi di emicrania oftalmica. Da vedere: Phytosun olio essenziale basilico 10 ml

Gli oli essenziali sono sostanze da maneggiare con cautela. Possono generare le reazioni allergiche in modo da è suggerito spesso di provarle prima dell’uso. Per fare questo, basta mettere una goccia di olio sulla curva del gomito e attendere 48 ore. Se non vi è alcuna reazione cutanea, è possibile avvicinarsi al farmacista per il dosaggio da adottare per un emicrania oftalmica. Naturalmente, gli oli essenziali sono controindicati in gravidanza o in allattamento donne così come nei bambini sotto i 6 anni di età.

Erboristeria

Le piante hanno sempre fatto parte delle medicine molli che possono trasformarsi in in trattamenti potenziali contro tutti i generi di malattie. Alcune piante sono, infatti, preferibili quando soffrono di un’emicrania oftalmica. Infusioni di menta può prevenire le convulsioni, ma anche lenire quando sono già presenti. Avrebbero aiutato ad agire su una delle possibili cause di emicrania oftalmica: digestione. Mangiare in eccesso può essere il trigger di una crisi così bere un infuso di menta come Médiflor infusione Mint 24 bustine, per esempio, sarebbe garantire una migliore digestione e ridurre il rischio di essere raggiunto da un emicrania oftalmica. Un’altra pianta può diventare il vostro alleato per combattere i sintomi dell’emicrania oftalmica: la grande camomilla. Questa pianta utilizzata nell’antichità greco-latina e poi da erboristerie europee ha principalmente suscitato interesse negli anni ’90 per prevenire le crisi di emicrania. La reputazione della pianta non sarebbe più essere dimostrata. Si comporterebbe diminuendo l’intensità della frequenza delle dimostrazioni. Si può ottenere in forma di capsule. Trovare, per esempio, NATURACTIVE Elusanes grande camomilla 30 capsule. Il crisantemo parthenium avrebbe non trascurabile proprietà anti-infiammatorie e contribuirebbe a calmare gli impulsi causati dal mal di testa. Come la menta, può essere preso sotto forma di tisane. Quasi tutti noi abbiamo sperimentato dolori e pressioni intense sulla fronte e sui templi. L’emicrania oftalmica è distinta dai disordini di visione che fornisce prima delle emicranie. Per ulteriori informazioni, non esitate a chiedere consiglio al vostro farmacista.

Fonti

1-https://www.Comment-economiser.fr/migraine-ophtalmique-que-faire.html

2-http://www.santemagazine.fr/maladie-migraine-ophtalmique-30025.html

3-http://www.Medisite.fr/ Emicrania-i-rimedi-Emicrania-emicrania-oftalmico. 810688,109. html

4-http://Sante-Medecine.journaldesfemmes.com/FAQ/15333-migraine-ophtalmique-Symptomes-et-traitement

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *