Il programma sequenziale: dieta ipocalorica ad alto contenuto proteico

Il programma sequenziale è una dieta ipocalorica ad alto contenuto proteico che previene il processo di chetosi. Questa dieta funziona grazie ad un limitato apporto di calorie giornaliere: è quindi povera di calorie. Questo deve essere calcolato in base al tuo sesso, alla tua età, alla tua corporatura e al tuo stile di vita. Con questa dieta l’idea è che l’apporto energetico giornaliero sia inferiore al dispendio energetico, per incoraggiare l’organismo ad attingere alle proprie riserve di grasso. Occorre quindi mangiare vario, e in quantità normali, ma evitando cibi calorici, quindi generalmente grassi o dolci.

Quali cibi privilegiare ed evitare?

Gli alimenti a basso contenuto calorico sono spesso frutta e verdura, da consumare senza moderazione (tranne alcuni calorici come l’avocado o la banana), anch’essi ricchi di fibre, sali minerali e vitamine. Si consigliano anche legumi e semi germogliati.

Per quanto riguarda le proteine ​​animali, prediligiamo le carni bianche, il pesce bianco e al vapore, i frutti di mare, oltre all’albume. I latticini saranno consumati a basso contenuto di grassi: yogurt magri, fiocchi di latte, ecc. Il tofu può essere consumato anche per il suo apporto proteico e il basso contenuto calorico. Infine, dal lato dei carboidrati, prediligi i cereali integrali (riso integrale, pane non bianco, avena, pasta di segale, ecc.). Dimentichiamo quindi i prodotti trasformati grassi e lo zucchero raffinato, come biscotti, gelati, bibite e più in generale dolci.

Quali sono i prodotti e gli integratori alimentari per aiutarti?

Esistono piatti ipocalorici ad alto contenuto proteico ricchi di vitamine e minerali per evitare il rischio di carenza. Costituiscono un tipico pasto completo e ti aiuteranno nella tua dieta, per diversi giorni. Questi possono essere assunti alternativamente a pasti leggeri. Questo tipo di pasto è disponibile anche in uno speciale programma dietetico ipocalorico, per un’intera settimana di pasti. Allo stesso modo, alcuni integratori alimentari dimagranti, come bruciagrassi o disintossicanti, possono aiutarti in questa dieta.

L’alternativa ideale a una dieta rigorosamente ricca di proteine:

Dieta dimagrante più flessibile della dieta proteica (dieta rigorosa ad alto contenuto proteico), la dieta proteica normale ipocalorica offre un’alternativa che la rende compatibile con un pubblico più ampio, particolarmente apprezzata in caso di dimagrimento da leggero a intermedio (da 3 a 7 chili). Con una durata massima consigliata di 3 settimane, può essere fatto anche a intervalli (1 settimana, 10 giorni di riequilibrio alimentare e così via).

Una dieta con diversi vantaggi:

Nella normale dieta proteica riduciamo l’apporto calorico di nutrienti, carboidrati e lipidi, mantenendo un normale apporto proteico per evitare la perdita muscolare (non è quindi una cura ad alto contenuto proteico ma più cure ipocaloriche con proteine ​​di mantenimento). Questo tipo di cura si adatta molto bene ai principi della cronobiologia che stimolerà alcuni neurotrasmettitori come la dopamina, la serotonina o la melatonina.

Questo tipo di dieta si basa sull’utilizzo parziale di proteine ​​naturali (animali o vegetali), integrate da bustine di proteine ​​in bustina (medicalizzate). È più flessibile e meno restrittiva della dieta proteica pur essendo basata su principi simili, in particolare il contributo delle proteine ​​per limitare la perdita muscolare e migliorare la perdita di grasso. Può quindi essere intrapreso in persone che non potrebbero seguire una dieta ricca di proteine, ad esempio persone con più di 65 anni o donne che allattano (che poi aggiungeranno al protocollo 100 g di alimenti amidacei a mezzogiorno). Per le persone con diabete di tipo 2, questo tipo di dieta è più adatto della dieta proteica rigorosa.

Il menù tipico di una dieta proteica:

Questa dieta è molto simile a una dieta ricca di proteine ​​di fase 2 nel suo protocollo. È strutturato in 2 fasi di 3 e 4 giorni. Questi seguono la cronobiologia, in particolare per favorire la secrezione di alcuni neurotrasmettitori (dopamina, serotonina, ecc.)

⇒ 3 giorni consecutivi: Phase Boost! (Lunedì martedì mercoledì)

  • La colazione proteica:

Tra le 6.30 e le 8.30, la normale colazione dietetica proteica prevede:

  • La colazione proteica:

Tra le 11:30 e le 13:30 è vario e completo. Lui capisce :

    • Verdure a basso indice glicemico illimitate crude e / o cotte
    • 1 cucchiaio di olio d’oliva o di colza estratto a freddo
    • Un apporto proteico naturale: 150 gr per una donna e 170 gr per un uomo. Può essere carne, pesce, frutti di mare o 3 uova / o un preparato proteico
    • 1 caseificio naturale
  •  Lo spuntino proteico delle 17:00:

Tra le 16 e le 17, questo spuntino è parte integrante della dieta. Lui capisce :

  • La cena proteica:

Tra le 19:00 e le 20:00, la cena proteica è più leggera del pranzo. Lui capisce :

    • Verdure a basso indice glicemico illimitate crude e / o cotte
    • 1 cucchiaio di olio d’oliva o di colza estratto a freddo
    • Un apporto proteico naturale: 100 gr per una donna e 150 gr per un uomo. Può essere carne bianca, pesce, frutti di mare / o un preparato proteico
    • 1 caseificio naturale

Suggerimenti per la fase Boost:

  • Verdure:

Sono ammesse tutte le verdure tranne carote, barbabietole e avocado. Attenzione a evitare i legumi!

  • Latticini:

Scegli prodotti a base di soia o latte di pecora.

  • ⇒ Prossimi 4 giorni: Phase Cool! (Giovedì venerdì sabato domenica)
  • Prima colazione :
    • Bevanda calda non zuccherata
    • 30 g di pane integrale o ai cereali
    • 12 g di burro + 30 g di formaggio
    • 15 g di prosciutto o uovo
  • Pranzo :
    • Verdure illimitate e / o verdure crude
    • 15 g di carne o 2 uova
    • Amidi o pane integrale o 2 frutti o 1 banana
  • Cena:
    • Verdure illimitate e / o verdure crude
    • 15 g di pesce o carne bianca

Suggerimenti per la fase Cool:

  • Proteine:

Scegli le carni bianche e il pesce quanto vuoi. La carne rossa dovrebbe essere mangiata una volta alla settimana a mezzogiorno. Assicurati di non mangiare più di 3 uova a settimana.

  • Latticini:

Mangiali semplici, con soia o pecora. Evita tutti i cosiddetti prodotti “a basso contenuto di grassi”! Non consumare più di un prodotto lattiero-caseario al giorno.

  • Farinacei :

Puoi concederti pasta, riso, patate, semolino o persino cereali.

  • Verdure secche:

Puoi mangiare piselli, lenticchie, fagioli bianchi o rossi, fagioli flageolet, ceci o anche mais a volontà.

Leave a Reply

Your email address will not be published.