Il ruolo dell’omeopatia nella gestione delle emozioni in eccesso

Intelligenza emotiva dei bambini (agitazione, ansia, rabbia, gelosia, …)

I primi anni di vita sono un periodo fondamentale per lo sviluppo fisico e psicologico di un bambino. In particolare imparerà ad analizzare e canalizzare le sue emozioni. Gli scoppi emotivi di un bambino piccolo derivano dalla sua incapacità di esprimerli e possono effettivamente sfociare in un comportamento eccessivo che non consente ai genitori di identificare la vera emozione.

Qual è il ruolo dell’omeopatia nelle emozioni?

L’omeopatia, basata sull’ascolto attento del bambino ma anche di chi lo circonda, è una risorsa considerevole nella cura del bambino nel suo insieme. Farmaco
I farmaci omeopatici possono fornire una soluzione efficace e sicura perché non ci sono effetti collaterali e non creano dipendenza.

Naturalmente, l’omeopatia non trasformerà il bambino, ma, scelta in modo appropriato, la medicina omeopatica può fornire una risposta completa alla situazione del bambino e aiutare lui ei suoi genitori a superare le sue difficoltà.

Durante il consulto, il medico si sforza di raccogliere un gran numero di informazioni: la descrizione dei sintomi e come peggiorano o migliorano, l’eziologia (tutto ciò che può innescare un sintomo, un comportamento o una malattia), le conoscenze più precise del bambino (storia personale, tratti caratteriali) e del suo contesto familiare.

La determinazione dei farmaci omeopatici richiede questa precisione di descrizioni per poter rispondere alle numerose e svariate indicazioni che possono riguardare il comportamento del bambino.

Il materiale medico omeopatico, per la sua ricchezza di contenuti, offre un trattamento diverso a seconda che il bambino sia:

  • Irrequieto, sempre in movimento e infelice, arrabbiato
  • Irrequieto, pauroso, ipersensibile
  • Capriccioso, sempre di cattivo umore
  • Capriccioso, con rabbia di frustrazione che non può esprimere
  • Distratto, poco motivato dalla scuola, commette molti errori di lettura e scrittura
  • Impaurito, molto timido, ama giocare da solo nel suo angolo, con qualsiasi oggetto
  • Bambino che piange al minimo fastidio o difficoltà. Incapace di fare le cose in
    pubblico
  • Bambino molto mutevole: cupo senza motivo, diventando felice il momento successivo
  • Bambino violento, soggetto a terrori notturni
  • Eccetera.

Questo approccio, sia globale (il bambino è apprezzato dal punto di vista fisico, psicologico ed emotivo) che individualizzato, caratterizza l’omeopatia, che si libera dalla standardizzazione delle cure. Tuttavia, esistono farmaci omeopatici che combinano diversi ceppi, che in realtà sono meno mirati ma che possono comunque porre rimedio a determinati sintomi dovuti alle emozioni nei bambini.

Lo sapevate ?

Esiste un trattamento omeopatico adatto a bambini a partire da 1 anno di età, sotto forma di compressa sublinguale indicata negli stati d’ansia ed emotivi e nei disturbi del sonno minori.

Il dosaggio consigliato è di 2 compresse 3 volte al giorno.

Bambini sotto i 6 anni: sciogliere le compresse in un po ‘d’acqua, per il rischio di prendere la strada sbagliata.

Esiste anche un trattamento omeopatico adatto a bambini a partire da 1 anno, sotto forma di sciroppo in caso di nervosismo temporaneo e disturbi del sonno minori.

Il dosaggio consigliato è una dose di 5 ml, utilizzando il misurino, al mattino e alla sera.

Se i sintomi persistono, il trattamento deve essere rivalutato secondo un parere medico.

Questo articolo fornisce informazioni come esempio, sono possibili altre soluzioni. È preferibile consultare un professionista sanitario per definire la galenica, il dosaggio e il dosaggio del trattamento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *