Quali piante medicinali per dimagrire?

La fitoterapia è l’arte di curarti con le piante. Corrisponde alla medicina tradizionale, utilizzata prima dell’invenzione delle medicine moderne. Associate alla dieta e all’attività fisica, sono molte le piante officinali e gli integratori vegetali che possono svolgere un ruolo importante nelle diete e nel dimagrimento.

Sono classificati in tre categorie principali:

  • Bruciagrassi;
  • Drenanti / diuretici;
  • La fame taglia.

Gli integratori a base di erbe sono utili ed efficaci, ma non sono affatto prodotti miracolosi. Non dobbiamo aspettare che perdano peso come per magia. Senza dieta o attività fisica, questi integratori non saranno di alcuna utilità. Ma con una dieta, sono un vero vantaggio per raggiungere più facilmente il tuo obiettivo dimagrante.

Volere dimagrire dopo le vacanze per raggiungere il proprio peso ideale per le spiagge quest’estate è bello, ma attenzione, naturale non significa sicuro! Le piante medicinali contengono principi attivi e, come tali, questi composti chimici possono avere controindicazioni o indurre effetti indesiderati se utilizzati in modo improprio. Inoltre, alcuni di questi integratori possono interagire con i farmaci, riducendone o diminuendone gli effetti.

In tutti i casi, è molto importante fare riferimento alle raccomandazioni per l’uso indicate dai produttori e avvertire il medico sull’assunzione di integratori dimagranti a base di erbe, per evitare qualsiasi interazione.

4 piante bruciagrassi:

Le piante che bruciano i grassi sono integratori che promuovono la lipolisi. La lipolisi è l’uso da parte del corpo del grasso corporeo per produrre energia. Utilizzando questi grassi riduciamo la massa grassa del corpo.

Questa azione può essere eseguita in due modi diversi:

Aumentando il metabolismo basale, il corpo consuma più energia;
Promuovendo la riduzione delle scorte di grassi, sono più facilmente utilizzati dall’organismo.

Per bruciare i grassi, opta per:

Clicca sull’immagine per vedere la scheda prodotto che ti interessa.

Le piante non sono rimedi innocui, rispetta il dosaggio. In caso di dubbio, chiedere consiglio a un farmacista o un medico.

4 piante diuretiche e drenanti:

Grazie alla loro azione drenante, alcune piante, come il cardo mariano o il tarassaco, migliorano la circolazione ed eliminano le tossine. Per quanto riguarda il tè verde o la citronella, sono ottimi diuretici che eliminano l’acqua. Queste piante sono quindi molto utili come parte di una dieta.

Clicca sull’immagine per vedere la scheda prodotto che ti interessa.

Gli scolapiatti quindi non hanno un interesse diretto al dimagrimento, perché non aiutano a perdere grasso. Ma migliorando la circolazione, possono facilitare la riduzione delle scorte di grassi e soprattutto eliminare le tossine che derivano da questa riduzione delle scorte.

I diuretici sono semplicemente usati per rimuovere l’acqua, sia che sia in eccesso o meno. L’acqua eliminata dai diuretici viene quindi scaricata attraverso l’urina. Consumati in grandi quantità, possono essere pericolosi e portare alla disidratazione. Si tratta quindi di una perdita d’acqua del tutto artificiale, inutile nell’ambito di una dieta perché i suoi effetti sono solo di breve durata.

Soppressori dell’appetito per perdere peso:

Clicca sull’immagine per vedere la scheda prodotto che ti interessa.

Le piante che sopprimono l’appetito per dimagrire contengono fibre (mucillagini) che si gonfiano nello stomaco a contatto con l’acqua e lasciano una sensazione di sazietà. L’idratazione regolare massimizza la loro efficacia. I soppressori dell’appetito dovrebbero essere presi da 15 a 30 minuti prima dei pasti o in caso di fame. Per essere veramente efficaci, devono essere combinati con una dieta e una pratica sportiva regolare.

Arnaud C. (Dottore in Farmacia)

Leave a Reply

Your email address will not be published.