Occhi asciutti e tempo davanti allo schermo: i nostri consigli naturali per l’affaticamento degli occhi

trattamento naturale per gli occhi asciutti

Hai gli occhi stanchi, mal di testa, secchezza oculare e prurito agli occhi? Niente panico, probabilmente soffri di quella che i medici chiamano “sindrome dell’occhio secco”. Passi troppo tempo davanti allo schermo e ti stanca gli occhi. Dopo diverse ore, potresti sentirti stanco, prurito agli occhi e visione offuscata. In questo articolo spiegheremo perché passare troppo tempo sullo schermo fa male agli occhi. E ti presenteremo diversi consigli e trattamenti naturali per alleviare i tuoi occhi asciutti.

Quali sono le cause degli occhi asciutti

Gli occhi asciutti sono, come suggerisce il nome, un occhio secco che può colpire tutte le fasce d’età. Gli occhi asciutti sono caratterizzati da un deficit nella produzione di lacrime, di solito dalle ghiandole lacrimali, che causa secchezza degli occhi. La secchezza degli occhi è causata da una scarsa qualità o da una ridotta produzione di lacrime.

I sintomi sono molteplici: formicolio, sensazione di sabbia negli occhi, palpebre incollate… Molto spesso, questo fenomeno di secchezza oculare è legato all’invecchiamento. Avere gli occhi asciutti provoca disagio visivo e, in alcuni casi, può portare a irritazioni della cornea e infezioni agli occhi.

Affaticamento degli occhi dal tempo sullo schermo

Gli occhi secchi e stanchi compaiono in molte circostanze. La più comune è l’esposizione prolungata allo schermo di un computer, che è sempre più essenziale nella nostra società moderna, sia nel mondo del lavoro che nel tempo libero.

Oltre agli operatori dello screening oa coloro che trascorrono il loro tempo libero lì, l’affaticamento degli occhi può verificarsi a seguito di:

  • leggere documenti stampati male
  • un lungo periodo di guida di un veicolo
  • illuminazione eccessiva o insufficiente
  • condizioni di lavoro speciali, come il rilevamento dei guasti su una linea di produzione, l’osservazione al microscopio, ecc.

Quando gli occhi sono stanchi, tendono a diventare rossi e troppo secchi. La messa a fuoco diventa difficile e la visione può diventare sfocata o doppia.

L’affaticamento degli occhi può avere un’influenza diretta sulla qualità del lavoro da svolgere: lettura più lenta, informazioni meno comprese e integrate, concentrazione ridotta, ecc.

Differenze tra affaticamento degli occhi, affaticamento degli occhi e secchezza oculare

L’affaticamento degli occhi è un deterioramento temporaneo del funzionamento dell’occhio a seguito di un uso eccessivo. Dovrebbe essere chiaro che l’affaticamento degli occhi include sia l’affaticamento degli occhi che l’affaticamento degli occhi.

L’affaticamento visivo è riconoscibile dal verificarsi di vari sintomi che possono essere associati ad esso:

  • ridotta acuità visiva
  • diminuzione della sensibilità ai contrasti
  • una sensazione di abbagliamento
  • menomazione del campo visivo
  • diplopia, o la sensazione di vedere doppio

L’affaticamento degli occhi si manifesta con:

  • l’occhio che punge, si irrita, si secca, conseguenze di una insufficiente secrezione lacrimale
  • gli occhi rossi
  • lampeggiamento raro. Si noti che il tasso di ammiccamento è generalmente compreso tra 12 e 20 battiti di ciglia al minuto, che è necessario affinché si formi un nuovo film lacrimale prima che il precedente si rompa.

L’affaticamento degli occhi può anche essere associato a mal di testa.

  • Secchezza degli occhi: prurito agli occhi e irritazione sono sintomi causati da un’insufficiente secrezione lacrimale e che possono essere paragonati all’affaticamento visivo. In effetti, poiché siamo molto connessi, usiamo molto la nostra visione da vicino e questo, a lungo termine. per rimanere molto concentrati a lungo termine. Tuttavia, questo sforzo eccessivo della nostra concentrazione per guardare da vicino tende a rallentare istintivamente la frequenza di sbattere le palpebre, che finisce per asciugarli.
  • Una vita nella visione da vicino: il nostro occhio è fisiologicamente progettato per vedere in modo naturale da lontano. Tuttavia, oggi, è chiaro che siamo molto collegati. Tendiamo a sforzare eccessivamente la nostra visione da vicino, lavorando i muscoli intorno agli occhi, che servono a convergere, ma che non sono predisposti a tale overdrive. Troppo stress porta quindi alla comparsa di sintomi di affaticamento visivo.

Gestisci il tempo trascorso davanti allo schermo per avere occhi sani

TV, cellulare, tablet o computer: tutti questi dispositivi visualizzano le immagini in pixel. Ci vuole più impegno per te che leggere un libro. Inoltre, la luce blu emessa dagli schermi stanca gli occhi. Questo perché la cornea e l’obiettivo non sono molto bravi a filtrare la luce blu. A questo si aggiungono la sindrome dell’occhio secco, mal di testa e visione offuscata, poiché sbattiamo le palpebre davanti allo schermo meno spesso.

Quale limite di tempo per lo schermo?

Non esiste una risposta chiara a questa domanda. Gli occhi asciutti, il mal di testa o la vista offuscata sono tutti segni che è ora di fare una pausa. Per riposare gli occhi si consiglia di seguire la regola del 20/20/20. Dopo 20 minuti, fai una pausa di 20 secondi guardando a circa 20 piedi di distanza.

I sintomi possono diventare permanenti?

Non si può dire con certezza che il tempo trascorso davanti allo schermo danneggi in modo permanente la salute degli occhi. Detto questo, c’è un aumento della miopia in tutto il mondo. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i bambini trascorrono meno tempo all’aperto e sono meno esposti alla luce naturale. Da qui la loro raccomandazione di non superare le due ore di schermo al giorno per i bambini dai 5 ai 18 anni.

Possiamo ridurre l’affaticamento visivo e alleviare i suoi sintomi??

  • In effetti, ci sono semplici passaggi che puoi intraprendere per gestire meglio il tempo dello schermo:
  • Fai diverse pause e ricordati di sbattere le palpebre più spesso.
  • Posizionare il monitor a una distanza di un braccio e utilizzare una schermatura per bloccare la luce blu.
  • Sul tuo telefono puoi anche attivare la funzione Visione notturna (Night Shift – iPhone) o il Filtro luce blu (Android).
  • Se indossi occhiali, puoi richiedere lenti con un filtro per bloccare la luce blu. Se pensi di aver bisogno di occhiali, impara a riconoscere i segni di un problema di vista e parla con il tuo ottico.
  • La luce blu può anche interrompere i cicli del sonno. Pertanto, è consigliabile spegnere gli schermi almeno un’ora prima di andare a letto.

Soluzioni naturali per alleviare l’affaticamento degli occhi

Suggerimenti naturopatici per alleviare l’affaticamento degli occhi al lavoro

Per i lavoratori che utilizzano lo schermo di un computer, ci sono modi per prevenire l’affaticamento degli occhi, tra cui:

  • Se lavori su un computer, fai delle pause ogni 20 minuti guardando fuori dalla finestra in lontananza.
  • Evitare l’abbagliamento sullo schermo del computer: utilizzare filtri antiriflesso, persiane o tende in modo che la luce non arrivi direttamente sullo schermo, posizionare lo schermo perpendicolarmente alla fonte di luce.
  • Puoi usare lacrime artificialiper reidratare gli occhi.
  • Ricordati di bere abbastanza per non peggiorare la secchezza degli occhi.
  • Se hai un frigorifero al lavoro, metti una maschera rilassante o bustine di tè freddo e mettile sugli occhi per alcuni minuti durante le pause. Questo aiuta a riavviare il microcircolo.
  • Se soffri di stanchezza cronica, trova in questo articolo i nostri consigli naturopatici sulla sindrome da stanchezza cronica.

Suggerimenti naturopatici per il trattamento degli occhi asciutti

  1. Sbattere le palpebre regolarmente ed eccessivamente per aumentare la quantità e la qualità delle lacrime e prevenire così la secchezza degli occhi. Idrata gli occhi sbattendo le palpebre eccessivamente per 30 secondi. La frequenza di questo movimento, essenziale per la buona salute dei tuoi occhi, si riduce notevolmente quando fissi uno schermo.
  2. Mantieni un ambiente arioso e luminoso. Ossigenati praticando attività fisica durante il giorno: dormirai meglio la notte e i tuoi occhi saranno perfettamente riposati.
  3. Fai delle pause visive regolari. Guarda in lontananza, ogni 20 minuti, per almeno 20 secondi. Infatti, guardando in lontananza, costringi i tuoi occhi a uscire dalla loro posizione di “visione da vicino” e rilasciare la sistemazione.
  4. Adotta una buona postura di lavoro. Gli occhi si stancano di più nella visione da vicino che in quella da lontano. Organizza la tua postazione di lavoro regolando correttamente lo schermo del computer, con la parte superiore dello schermo all’altezza degli occhi e posizionata con un braccio teso lontano. Quindi mantieni una distanza sufficiente tra i tuoi occhi e lo schermo (circa la lunghezza del tuo braccio). Posiziona lo schermo del computer con una leggera angolazione e posizionalo a 70-80 cm dagli occhi in modo da poterlo leggere comodamente e comodamente. Fai delle pause o alterna i compiti. Concediti cinque minuti di riposo ogni ora o quindici minuti ogni due ore.
  5. Segui uno stile di vita sano. Niente più notti insonni, sigarette in eccesso e alcol. Per mantenere una buona vista, è meglio concentrarsi su 8-9 ore notturne, un ambiente sano e abitudini alimentari equilibrate. Ricordati di preservare gli occhi la sera
  6. Massaggia l’area intorno agli occhi. Chiudi gli occhi e, delicatamente, con l’indice, fai piccoli movimenti rotatori partendo dall’angolo interno dell’occhio e seguendo l’arcata sopracciliare fino all’angolo esterno. Queste piccole pressioni riattiveranno la circolazione. Fallo tre volte di seguito ogni giorno.
  7. Fai esercizio in palestra o yoga degli occhi per riposare gli occhi e allo stesso tempo rilassarti. Strofina le mani per alcuni secondi, quindi posizionale a forma di tazza sopra gli occhi chiusi senza toccarli.

Trattamenti naturali per stanchezza e prurito agli occhi

Gli acidi grassi polinsaturi devono essere forniti in quantità sufficiente nella dieta quotidiana. Svolgono ruoli cruciali nella composizione delle membrane cellulari e in molti processi biochimici. Gli Omega-3 contribuiscono in particolare al benessere delle arterie e del cuore, al buon funzionamento del cervello e della retina.

Gli Omega-3 potrebbero prevenire la sindrome dell’occhio secco grazie in particolare alla loro azione antinfiammatoria, secondo uno studio6 pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition. L’assunzione di omega-3aumenta la produzione di petrolio in lacrime. Diversi studi hanno dimostrato un miglioramento della qualità delle lacrime con l’assunzione di questi acidi grassi. Gli Omega-3 (DHA ed EPA) sembrano aiutare a diminuire l’evaporazione delle lacrime.

  • Olio di olivello spinoso per trattare l’affaticamento degli occhi

L’olivello spinoso è una pianta medicinale ben nota. Dal giallo al rosso arancio brillante, le sue bacche sono state utilizzate per oltre un millennio contro molti disturbi come la secchezza degli occhi e il sistema immunitario indebolito.

L’olio di olivello spinoso oralelenisce l’irritazione e il rossore degli occhi nelle persone con dolore agli occhi. Per tre mesi, i partecipanti allo studio hanno assunto due capsule di olio di olivello spinoso (equivalenti a due grammi) ogni giorno.

Dopo un trattamento dell’occhio secco con olio di olivello spinoso, il liquido lacrimale diventa meno salato e quindi più umido. I sintomi dell’occhio secco diminuiscono e si indossano meglio le lenti.

  • Tè alla camomilla per il trattamento dell’occhio secco

La camomilla è una pianta nota per le sue numerose proprietà. Usato come integratore alimentare, è noto per essere un formidabile antinfiammatorio. I flavonoidi che contiene aiutano a migliorare la condizione degli occhi in caso di irritazione e secchezza. Per fare questo, prepara semplicemente un infuso di camomilla e immergi due dischetti di cotone in modo che riposino sugli occhi per 10-20 minuti. Sta a te scegliere quando vuoi farlo.

Precauzioni speciali con trattamenti naturali per gli occhi secchi

  • Se provi ancora fastidio, non esitare a rivolgerti al tuo oculista che ti accompagnerà per le sedute di riabilitazione oculare. Ricordati di far controllare la vista ogni anno.
  • Una complicazione degli occhi asciutti, specialmente con gli occhi asciutti per un lungo periodo di tempo, può portare alla ceratite, che è un’infiammazione della cornea.
  • Il rischio di perdere la vista a causa della secchezza degli occhi è molto basso o addirittura inesistente.
  • Se gli occhi asciutti non migliorano con i trattamenti convenzionali (es. Gocce artificiali, ecc.), Consultare un medico. Non esitate a contattarci tramite il nostro modulo sicuro per una consulenza adeguata alla vostra situazione.

Sources

  1. https://www.doctissimo.fr/html/sante/mag_2004/sem01/mag0611/sa_7791_fatigue_visuelle.htm
  2. https://www.ameli.fr/assure/sante/themes/secheresse-oculaire/definition-symptomes-causes
  3. https://www.planetesante.ch/Magazine/Sante-au-quotidien/Secheresse-oculaire/Travail-sur-ecran-comment-faire-pour-ne-pas-avoir-les-yeux-secs
  4. https://www.laboratoires-thea.com/medias/brochure_syndrome_ecran_visualisation.pdf
  5. https://www.passeportsante.net/fr/Actualites/Nouvelles/Fiche.aspx?doc=2005111008
  6. Biljana Miljanovic et al. Relation between dietary n-3 and n-6 fatty acids and clinically diagnosed dry eye syndrome in women, American Journal of Clinical Nutrition, 2005 Oct;82(4):887-93
  7. https://docteurtamalou.fr/syndrome-yeux-secs-traiter/
  8. https://www.passeportsante.net/fr/Maux/Problemes/Fiche.aspx?doc=yeux-secs-syndrome-secheresse-oculaire-pm-prevention-du-syndrome-des-yeux-secs
  9. https://bubbly-contact.com/pages/guide-pratique/yeux-secs-remedes-naturels

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *