Il ruolo degli integratori alimentari nella fatica autunnale

food supplements in fall fatigue

Ti senti stanco, sovraccarico di lavoro, depresso, non hai energia, hai difficoltà ad alzarti al mattino e non riesci a ritrovare l’energia… Questi sono tutti segni di una perdita di energia che spesso compaiono in autunno. Alcuni integratori alimentari a base di selenio, vitamina C, magnesio, guaranà o tè verde possono aiutarti a rafforzare il tuo corpo per attaccare l’inverno al massimo della forma e far sparire la tua stanchezza.

Scegli gli integratori alimentari per potenziare la tua forma tutto il giorno

Piuttosto che drogarti con il caffè , dovresti favorire un programma di integratori alimentari nel tempo (1 o 2 mesi) che ti permetta di recuperare efficacemente. Scegli integratori a base di guaranà , acerola , vitamina C , ginseng e spirulina . Si consiglia inoltre di utilizzare formule complete a base di minerali, oligoelementi, ma anche prodotti delle api come la pappa reale biologica che offre ottime fonti di nutrienti per mantenersi in forma.

Integratore prima dell’inverno per rafforzare le tue difese naturali

Prova la pappa reale che è un vero tesoro di benefici. Ricco di vitamine e minerali, ridurrà la tua stanchezza e ti permetterà di rilassarti .

Fai una cura all’Echinacea per aiutare il tuo corpo ad affrontare le aggressioni dell’inverno, prevenire e curare le piccole malattie .

La soluzione Aromaforce Natural Defense aumenterà naturalmente la tua immunità e ti proteggerà da virus e microbi

Adatta il tuo stile di vita per combattere in modo naturale l’affaticamento da caduta

Tuttavia, è noto che l’assunzione di integratori alimentari antifatica come il cloruro di magnesio (cioccolato fondente) consente in particolare di combattere la stanchezza morale durante i periodi di stress e questo minerale essenziale è particolarmente rinomato per avere un leggero effetto euforizzante.

Consumare al massimo cibi ricchi di vitamina C come il limone per favorire anche l’assorbimento del ferro e combattere efficacemente la stanchezza. Mescolare infatti in un bicchiere d’acqua, un succo di mezzo limone e un po’ di miele naturale al 100% (che contiene minerali, vitamine, ferro e oligoelementi), da 3 a 4 volte al giorno per ritrovare tono e vitalità.

Praticare un minimo di attività fisica come lo sport (camminare, andare in bicicletta, nuotare) favorirà un sonno ristoratore perché la fatica vissuta sarà una buona fatica.

Bere molta acqua è comunque molto importante anche per la fatica, idrata il corpo.

Esporsi al sole proteggendo la pelle ti permetterà di fare il pieno di vitamina D.

Magnesio e Omega 3 per combattere lo stress e ripristinare un sonno ristoratore

Sei nervoso, irritabile e non riesci a dormire bene … Alcuni integratori alimentari consentono di limitare quotidianamente l’effetto dello stress e del superlavoro.

ArkOcean dei laboratori Arkopharma ad esempio, con magnesio marino e vitamina B6 è un integratore alimentare ideale per combattere lo stress. Studi scientifici hanno dimostrato che il 70% dei francesi non copre i valori nutrizionali di riferimento (NRV) per il magnesio (300 mg) con la propria dieta. Ciò può comportare uno scarso equilibrio nervoso e muscolare. L’integrazione è quindi essenziale.

Promuove le vitamine del gruppo B e gli omega-3, che agiscono sul nostro equilibrio emotivo. Le revisioni cliniche mostrano una riduzione del 50% della depressione nei consumatori di omega-3 (a una velocità di almeno 1 g/giorno di EPA). Si trova negli integratori alimentari a base di oli di pesce o di semi di ribes nero.

Se hai difficoltà ad addormentarti, opta per tisane serali o integratori a base di erbe come tiglio, valeriana, biancospino , melissa, luppolo o camomilla. Tanti nutrienti che ti aiuteranno a trovare notti tranquille e un sonno ristoratore.

Anche l’integrazione a lungo termine dovrebbe essere evitata. Preferire comunque cure di tre settimane , soprattutto ai cambi di stagione. Favorire gli integratori alimentari che offrono combinazioni equilibrate di nutrienti e fanno riferimento agli apporti consigliati.

Per maggiori dettagli, chiedi consiglio al tuo farmacista.

 

 

Arnaud. C. (Dottore in Farmacia)

Leave a Reply

Your email address will not be published.