Come trattare ustioni e scottature solari con la mia fitoterapia?

scottatura del sole

“Oh sole sole”… È molto allettante passare ore a crogiolarsi al sole per permettersi un’abbronzatura perfetta. Attenzione però a non scottarsi! Infatti, la sovraesposizione al sole può causare un’ustione superficiale della pelle e aumentare il rischio della comparsa di rughe , macchie scure e persino cancro della pelle .

Cos’è la scottatura solare?

L’abbronzatura è una reazione protettiva della pelle contro l’aggressione dei raggi solari. Oltre una certa soglia, la pelle non si abbronza più ma si tinge di rosso “gambero”. Questa è chiamata scottatura solare , un’ustione che distrugge migliaia di cellule dell’epidermide . Si verifica quindi un rossore , chiamato anche eritema della pelle , che si accompagna a dolore e sensazione di riscaldamento della pelle. Nei casi più gravi si possono osservare desquamazione (pelle desquamata) o comparsa di vesciche , nausea e forte mal di testa .

I diversi tipi di scottature

Come per le ustioni provocate da una fiamma o da un oggetto caldo, ci sono diversi gradi di scottatura solare :

  • Ustione di 1° grado:

Le scottature solari provocano arrossamenti della pelle che compaiono entro poche ore dall’esposizione non protetta al sole . È spesso doloroso ma non causa vesciche. La guarigione avviene spontaneamente dopo una settimana, a patto però di proteggersi dai raggi solari. Il rossore poi lascia il posto alla desquamazione .

  • Ustione di 2° grado:

Le scottature provocano la comparsa delle vesciche immediatamente o entro poche ore dall’esposizione . Ma attenzione, in nessun caso queste
piccole tasche della pelle piene di siero devono essere forate . Ci vorranno quindi due settimane per guarire. L’ustione di secondo grado può lasciare segni scuri che svaniranno nel tempo, dovrai sopportare il tuo dolore con pazienza.

  • Ustione di 3° grado:

Le scottature provocano la comparsa di macchie rosse violacee , la pelle è dolente e gonfia. Allora saprai che la pelle si staccherà presto .

Cosa fare per curare ustioni e scottature solari?

Sebbene ci siano molti modi per prevenire l’insolazione , non sei mai completamente al sicuro da una brutta ustione. Anche quando sei stato vittima di un colpo di calore , il primo istinto sarà quello di lenire il surriscaldamento ei dolori . Per trovare conforto:

  • Fai una doccia in acqua fredda , rinfrescherà la tua pelle. Quindi applicare un impacco freddo sulla/e zona/e dolente/e .
  • Mantieniti idratato, quindi bevi molti liquidi!
  • Un consiglio è quello di applicare una crema o un balsamo emolliente sulle scottature , al fine di favorire la guarigione e ridurre la desquamazione della pelle . Il Tama’calm Balm 50 ml TAMANU Oil TAMADERM 100% naturale, in particolare, sarà il tuo miglior alleato. Per una buona ragione, il suo ingrediente principale, l’olio di Tamanu è soprannominato “olio d’oro verde sacro del Pacifico”, ma anche “olio dalle mille virtù” per una buona ragione. Infatti, questo olio miracoloso di Tahiti ha dimostrato le sue proprietà curative e rigeneranti sulla pelle danneggiata dai raggi UV. Oltre ad alleviare efficacemente le scottature , lenisce il prurito , reidrata e nutre in profondità la pelle.
  • Fino al recupero, indossare solo indumenti larghi di cotone per evitare attriti che potrebbero irritare ancora di più la pelle ustionata.
  • Per quanto possibile, evita ogni ulteriore esposizione al sole per 2-3 settimane .

Erboristeria fatta in casa per alleviare la pelle bruciata

Lo sapevate ? Il tuo giardino e i tuoi armadi possono aiutarti in caso di insolazione. Usa il potere delle piante per guarire la pelle che è stata esposta al sole per troppo tempo . Ecco alcune famose ricette fai da te per porre fine alle ondate di calore e ai loro inconvenienti:

  • Le solanacee, i pomodori e le patate , eviteranno che l’ustione superficiale si trasformi in vesciche pruriginose . Per fare questo prendete la polpa fresca (tagliata a fette o grattugiata) e applicate sulle zone arrossate . Puoi anche tritare le belladonna prima di metterle su una garza pulita, da usare come cataplasma.
  • Riso, grano e mais sono fonti di amido, che fornisce un potente effetto ammorbidente. Ecco perché viene utilizzato per la cura del bucato! Per questa ricetta appunto, è
    necessario anche sotto forma di cristalli o polvere (disponibile in commercio). Diluire in acqua per fare un unguento. E da applicare sulla pelle irritata e lasciare asciugare per ridurre gli arrossamenti.
  • Allo stesso modo, cospargersi con il tè alla menta calma rapidamente l’insolazione. In effetti, questa bevanda è considerata calmante. Da un lato il tè ( Camellia sinensis ) contiene tannini
    che esercitano un’azione antinfiammatoria, mentre il mentolo della menta piperita ( Mentha piperita var. Officinalis ) svolge un ruolo anestetico, fonte di una piacevole sensazione di freschezza. !
  • Aloe ( Aloe barbadensis ): Coloro che hanno la fortuna di poterla coltivare, hanno in realtà un rimedio per le scottature solari di prim’ordine. Per alleviare le scottature, taglia e sbuccia
    una delle foglie carnose e raccogli il gel – dalle potenti proprietà anti-irritanti e cicatrizzanti – per rivestire le zone doloranti.

Detto questo, non ci stancheremo mai di ripeterlo: l’ideale è proteggersi sempre bene, per evitare scottature. Quindi cappello, occhiali, pareo, crema solare dovrebbero seguirti ovunque durante le tue giornate estive all’aria aperta!

Leave a Reply

Your email address will not be published.