Prevenire la cinetosi (cinetosi) in modo naturale

La cinetosi è un disturbo legato al movimento. Descritto come malessere accompagnato da nausea e talvolta vomito, è una crisi neurodegenerativa multifattoriale che coinvolge l’orecchio interno. Sebbene i suoi meccanismi rimangano poco conosciuti, la cinetosi non costituisce motivo di consultazione medica ma è, il più delle volte, oggetto di richieste di consulenza da parte della farmacia.

Cos’è la cinetosi ?

La cinetosi è definita da un insieme di sintomi causati dalla percezione di movimenti reali o apparenti. A parte gli individui con un sistema vestibolare non funzionante, chiunque può essere ammalato da uno stimolo appropriato sufficientemente lungo e intenso. Quattro sintomi compaiono con grande regolarità: pallore del viso, sudorazione fredda, nausea e vomito non correlati al contenuto gastrico e tanto più dolorosi quando lo stomaco è vuoto.

Come spiegarlo ?

La cinetosi è generalmente associata al movimento di veicoli fisici o virtuali. Secondo la teoria del conflitto sensoriale, la cinetosi si verifica quando gli input sensoriali differiscono da quelli previsti da un modello interno. La costante di tempo delle risposte vestibolari è un indicatore della suscettibilità individuale alla cinetosi. Gli individui con un sistema vestibolare non funzionante sono immuni alla cinetosi.

L’attivazione della cinetosi da stimolazione puramente visiva è un fenomeno ben noto la cui importanza pratica è aumentata con lo sviluppo dei simulatori di guida e, soprattutto, dei sistemi di realtà virtuale.

Tuttavia, anche per la stimolazione puramente visiva, la presenza di un sistema vestibolare funzionale è essenziale per l’insorgenza della cinetosi. Pertanto, una stimolazione optocinetica solitamente nauseante in soggetti sani è totalmente inefficace in soggetti senza funzione vestibolare.

Il vomito è il risultato di una co-contrazione dei muscoli inspiratori ed espiratori. Innescata dall’eccitazione di un’area del mesencefalo piuttosto scarsamente limitata, questa zona corrisponde al “centro del vomito”. Questo centro, precedentemente considerato come un’unità anatomico-funzionale nella parte dorsolaterale della formazione reticolare bulbare, è oggi piuttosto considerato come un’entità funzionale o farmacologica a cui partecipano diversi gruppi centrali. Oltre alle afferenze dal tratto digerente, il “centro del vomito” può essere attivato da afferenze nei centri faringeo, vestibolare, cardiaco, peritoneale e del sistema nervoso superiore come il talamo, l’ipotalamo e la corteccia cerebrale. A sua volta, provoca l’eccitazione vagale che innesca il riflesso del vomito.

Cinetosi da una prospettiva storica :

I primi scritti relativi alla cinetosi risalgono all’antica Grecia. Il termine “nausea” deriva dalla parola greca naus, che significa vaso.

Il rimedio più diffuso fin dal Medioevo era il vino, ritenuto resistente al mal di mare: in un testo, pare scritto per il duca di Normandia, i monaci di Salerno consigliavano di berlo mescolato, ma senza specificare con cosa. I successivi curatori di questo testo (200 edizioni) hanno portato ciascuno la propria interpretazione, ma molti lo erano
Sono d’accordo che il vino doveva essere mescolato con acqua di mare.

La cinetosi non è sempre stata considerata una piaga; fino all’inizio del XIX secolo si credeva che avesse proprietà curative.
I pazienti che soffrivano di vari disturbi venivano mandati in crociera al solo scopo di ammalarsi, poiché il vomito doveva alleviare questi disturbi.

Una svolta decisiva nella storia dell’eziologia della cinetosi quando, nel 1881, Irwin e De Champeaux osservarono somiglianze tra i sintomi della cinetosi e quelli della malattia.
de Ménière e quando, nel 1882, James scoprì che i sordomuti dalla nascita erano insensibili alla cinetosi. Questa osservazione ha quindi dato vita alle teorie vestibolari della cinetosi, teorie ancora oggi rilevanti nella forma profondamente alterata del “conflitto sensoriale”.

Alcuni consigli naturopatici per prevenire la cinetosi :

  • Evita pasti abbondanti prima del viaggio, ma non partire a stomaco vuoto. Scegli cibi solidi piuttosto che liquidi
  • Rinuncia a alcol, tabacco e caffè, prima e durante il viaggio
  • Tieni la testa dritta, senza fare movimenti bruschi durante il viaggio
  • In macchina, siediti davanti accanto al guidatore o dietro al centro e guarda lontano look
  • Sul treno o sulla barca, siediti rivolto nella direzione di marcia. Alcune persone si sentono male quando sono sedute nella direzione opposta
  • In aereo o in barca, scegli un sedile situato al centro del dispositivo: i movimenti sono di ampiezza inferiore.
  • Scegli un posto vicino alla finestra e guarda il paesaggio in lontananza. Finché gli occhi percepiscono lo spostamento, la malattia si manifesta meno rapidamente
  • Quando si è su una barca, evitare di stare al chiuso, spazi ristretti favoriscono l’insorgenza dei sintomi
  • Se sei incline alla cinetosi, evita di leggere, scrivere o impegnarti in qualsiasi attività che richieda la tua attenzione visiva
  • La respirazione controllata è metà dell’efficacia del trattamento con scopolamina senza avere effetti collaterali. È sufficiente avere la respirazione addominale il più regolare possibile senza aumentare l’ampiezza
  • La pratica regolare di un’attività come la nautica porta a una diminuzione del verificarsi di cinetosi. Questo è di gran lunga il modo più efficace per prevenirli

Lato cibo :

Le raccomandazioni dietetiche, come mangiare un pasto ragionevole (non troppo, non troppo poco), senza alcol prima di una situazione di nausea, sembrano valide. Tuttavia, uno studio suggerisce che un pasto ricco di proteine ​​può prevenire la cinetosi.

A quali piante medicinali rivolgersi in caso di cinetosi ?

Olio essenziale di limone :

Assumere una goccia di olio essenziale di limone su una compressa neutra prima di partire per un viaggio riduce notevolmente i disagi causati dalla cinetosi.

Foglie di menta piperita :

Masticare qualche foglia di menta piperita durante il trasporto aiuta ad alleviare significativamente la sensazione di nausea.

Radice di zenzero :

Il rizoma dello zenzero è utilizzato nella prevenzione e nel trattamento della nausea da cinetosi e mal di mare, diversi studi ne hanno dimostrato l’efficacia in questa situazione.

Cocculin (complesso omeopatico) :

Questo medicinale omeopatico è un complesso di diversi ceppi efficaci per combattere la nausea e / o il vomito dovuti alla cinetosi.

Sources :

  • Reason JT, Brand JJ. Motion sickness. Londres: Academic Press, 1975:182-4
  • James W. The sense of dizziness in deaf-mutes. Am J Otol 1882;4:239-54
  • Irwin JA. The literature of sea-sickness. Med Rec 1893:617-9
  • Claremont CA. The psychology of sea-sickness. Psyche 1931;11:86-90

 

Clémentine. M.
Naturopata – Aromaterapista / Erborista – Fitoterapista
Consulente in fito-aromaterapia clinica ed etnomedicina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *