Allergie stagionali: quali sono i trattamenti naturali?

Le allergie sono aumentate bruscamente negli ultimi decenni. Nei paesi occidentali, una persona su quattro ha sintomi clinici di allergie.Le malattie respiratorie allergiche colpiscono quasi 90 milioni di europei e 65 milioni di persone negli Stati Uniti.

L’allergia è una reazione inappropriata del sistema immunitario a una sostanza estranea (allergene) al corpo. Il numero di persone colpite continua ad aumentare di anno in anno.

I principali patogeni che causano allergie

Molte sostanze nel nostro ambiente possono causare problemi allergici:

  • Pollini
  • Acari
  • alcuni alimenti (fragole, crostacei, arachidi, soia, fagioli, uova, pesce, verdure, semi di sesamo, semi di girasole, semi di senape, proteine del latte vaccino…),
  • insetti, animali domestici, scarafaggi,
  • Farmaci
  • Muffa
  • Lattice
  • Componenti di gioielli.

Il meccanismo di reazione allergica

Il fenomeno biologico che porta allo sviluppo di un’allergia si realizza da due fasi successive: una fase iniziale di “sensibilizzazione” asintomatica (senza sintomi) e una seconda fase di “reazione allergica” sintomatica (con sintomi).

Consapevolezza: primo contatto

Questa fase inizia quando l’individuo entra in contatto per la prima volta con l’allergene. Viene quindi riconosciuta e considerata una sostanza pericolosa da alcune cellule del sistema immunitario presenti in grandi quantità a livello della pelle e delle membrane mucose. Queste cellule presenteranno l’allergene sulla loro superficie e permetteranno la produzione di immunoglobuli E (chiamati anche IgE, questi sono anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta all’aggressione esterna) da altre cellule.

Reazione allergica (contatto successivo)

Durante il successivo contatto tra l’allergene e l’organismo “sensibilizzato”, l’allergene si attacca all’IgE presente sulla superficie dei mastocito (cellule regolatorie essenziali per la modulazione dei processi infiammatori e allergici), causando l’attivazione di mastocito.Si osserva il rilascio di istamina e mediatori dall’infiammazione.L’istamina svolge un ruolo chiave nella reazione allergica.

Trattamenti naturali per le allergie

Medicina a base di erbe per combattere le allergie:

  • Cassis: cassis (Ribes nigrum) è comunemente usato dalla medicina tradizionale per controllare i sintomi dell’allergia. Polisaccharide estratto da blackc blackc edy ha dimostrato di alleviare i sintomi degli occhi e nasali.

Vi consigliamo di usarlo sotto forma di EPS mescolato ugualmente con curcuma per rafforzare l’azione antinfiammatoria e aumentare l’immunità.

  • Ortica: L‘ortica contiene una sostanza che agisce come antistaminico naturale. In particolare, lenisce i sintomi della febbre da fieno (naso intasato e occhi acquosi). Capsule di foglie di ortica essiccate possono essere acquistati presso i negozi di alimenti per la salute. Prendere 300 mg tre volte al giorno, e aumentare il dosaggio (a 500 o 700 mg) se inefficace.
  • Ginseng Panax ginseng Estratto contiene ginsenosides, che hanno azione antiallergica nelle membrane cellulari e aiutano a lenire l’infiammazione causata da allergie.
  • Ginkgo biloba Ginkgo biloba, meglio conosciuto per i suoi effetti positivi sulla memoria, è anche un efficace antiallergico perché contiene ginkgolides, sostanze che si oppongono alle sostanze chimiche che scatenano allergie (fattore di attivazione del piastrine).Si può prendere fino a 240 mg al giorno.
  • Plantain: Plantain è anti-istamina. Inibisce lo scongelamento delle cellule dell’albero. Sotto forma di infusioni, la plantain calmerà per lo più l’asma allergica.

Micro-nutrizione per combattere le allergie:

  • Omega-3: Gli Omega-3 sono un buon trattamento naturale per l’infiammazione in generale e possono quindi ridurre le reazioni infiammatorie associate all’allergia. Questi acidi grassi sono particolarmente presenti nel salmone, nelle sardine, nel tonno e nello sgombro. Se si preferisce prendere olio di pesce in capsule, scegliere un completamento che combina EPA e DHA (le due forme più attive di omega-3). dosaggio è da 500 a 1000 mg di EPA/DHA al giorno.L’olio di semi di lino è anche una buona fonte di omega-3 per trattare naturalmente le allergie. Si può prendere un cucchiaio al giorno, per esempio, aggiungendolo a un condimento o succo di frutta o incorporarlo in un dessert. Evitare di riscaldarlo.
  • Quercetin: Quercetin, un pigmento che conferisce all’uva nera il suo colore viola e il tè verde il suo colore verde, inibisce il rilascio di istamina.(Attenzione: non prendere quercetina allo stesso tempo come capsule di ortica, come ortiche contengono anche quercetina.)

Per un’azione completa sul corpo, è anche possibile rivolgersi al Supplemento Alimentare Polanina dei Laboratori di Salute Verde che è un complesso di 13 principi attivi naturali: Livèche (anti-eedemateuse), Hysope (analgesico mucolitico e polmonare), Andrographis (azione antinfiammatoria sul tratto respiratorio superiore), quercetina, quercetina, grande camomilla (per la sua azione sul mal di testa), Curcuma, pepe nero, manganese (calmare il processo di infiammazione)

Gemoterapia per combattere le allergie

Con il complesso Allargem che:

  1. Riequilibrare il terreno allergico
  2. Fornisce rapidamente sollievo
  3. Mantiene la vitalità senza assuntezza
  4. Potenzia le difese immunitarie

3 estratti compongono questo complesso per un’azione rafforzata e ottimale:

  • Il bocciolo di ribes nero: è un grande anti-allergico. Tonifica le ghiandole endocrine e soprattutto le ghiandole surrenali, che aumenta naturalmente il livello di cortisolo nel sangue. Il cassis una volta era conosciuto come il più potente contropoison. È efficace in qualsiasi manifestazione allergica.
  • Il giovane tiro romarin: esercita un’azione anti-tossica sul fegato. Intrappola i radicali liberi e combatte efficacemente la fatica e la sonnolenza. Grazie alla sua azione, il corpo elimina le tossine allergiche.
  • Propoli: noto come antibiotico alveare, aumenta la resistenza del corpo. questo matolo vegetale viene raccolto dall’ape sulle gemme di alcuni alberi e piante aromatiche. Si abbina quindi perfettamente con altri boccioli. La sua azione anti-allergica, anti-virale e antibiotica è dovuta alla presenza di resine aromatiche (flavonosides, oli essenziali) che sono potenti stimolanti del sistema immunitario (aumento della sintesi anticorpale). Ha un effetto privilegiato sul sistema respiratorio.

Per concludere:

Infine, per combattere naturalmente le allergie, si consiglia di fare una disintossicazione del fegato: è il fegato che gestisce l’istamina del nostro corpo.

Quando è oberato di lavoro ed è intasato, una serie di problemi di salute, di cui fanno parte le allergie. Poiché le membrane mucose sono congestionate, non possono fare il loro lavoro correttamente e combattere le sostanze irritanti. Per iniziare a trattare questo problema, una disintossicazione è un buon modo.Infatti, permetterà al corpo di essere in grado di combattere le allergie

Le piante principali per una disintossicazione generale del fegato sono il carciofo e il ravanello nero.Per un’azione più diffusa sul corpo, possono anche essere associati al fumo o al carbone Marie. Per un’efficacia ottimale della vostra disintossicazione e rafforzare il sistema immunitario, si consiglia anche di eseguire diverse cure di tre settimane, una in primavera, una in autunno e una la primavera successiva…

Fonti

1- Il meccanismo di reazione allergica

http://www.menarini.fr/allergologie-reaction-mecanisme.php

2- Rimedi naturali per le allergie

http://www.plaisirssante.ca/sante/allergies/remedes-naturels-contre-les-allergies

3- Rimedi naturali per le allergie

http://www.bioalaune.com/fr/actualite-bio/24558/des-remedes-naturels-lutter-contre-allergies-printanieres

4- Alleviare i sintomi di allergia con estratti naturali

http://www.nutranews.org/sujet.pl?id=1125

5- Un incredibile rimedio naturale per le allergie

http://www.maplante.com/un-remede-naturel-incroyable-contre-les-allergies/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *