10 consigli naturopatici per gestire lo stress durante gli esami

 10 consigli naturopatici per gestire lo stress durante gli esami
Merci de partager à vos connaissancesShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Si avvicina la fine dell’anno scolastico, e con esso le sue molte scadenze e prove di ogni genere: laurea triennale, brevet des collèges, esame finale di validazione, difesa delle dissertazioni, c’è qualcosa per tutte le età! Più o meno ben vissuti in base alle persone, questi test sono spesso sinonimo di stress o ansia o ansia.

Meglio capire i suoi esami, è possibile.

Lezione in 10 consigli di “naturopatia”

Suggerimento n. 1: respirare per lenire lo stress!
La presenza di ossigeno è necessaria per il meccanismo di produzione di energia del nostro organismo e per l’ossigenazione delle nostre cellule. Respiriamo automaticamente, ma spesso respiriamo male. La pratica di respiri profondi (ventrale) 5 minuti al mattino e alla sera è un modo per amplificare il nostro volume respiratorio e rilasciare il nostro diaframma, spesso “bloccato” in periodi di stress.

L’esercizio fisico è un buon modo per alleviare la tensione durante gli esami e la respirazione. Non c’è bisogno di gareggiare, non è il momento, è sufficiente mezz’ora di camminata veloce.

Suggerimento 2: nutriti di cose buone per prepararti agli esami!
Durante la preparazione all’esame, è nel nostro migliore interesse non sollecitare eccessivamente il nostro corpo estenuandolo con digestioni lunghe e noiose.
Promuovere un cibo leggero e rivitalizzante: verdure fresche e frutta, verdura, noci (soprattutto mandorle!), Semi germogliati, alghe, lieviti, cereali semi-completi o completi, pesce di qualità, carni bianche leggere, pollame.

Limitare i pasti abbondanti la sera, scegliere una buona colazione completa.
Bere acqua minerale di bassa qualità (- 120 mg / L di residuo secco) per sostenere gli sforzi di eliminazione del tuo corpo.
Evita i cibi fritti e le carni alla griglia, opta per una cottura al vapore lenta, la cottura del wok e lo stufato per preservare le sostanze nutritive del tuo cibo.

Infine, non dimenticare di portare gli acidi grassi di qualità del corpo, è nel bisogno! germe di grano, noci, sesamo sono particolarmente adatti in combinazione con quelli di oliva, cartamo, colza … Variare i sapori e consumare da 2 a 3 cucchiai di olio. Scegli la qualità biologica e la prima spremitura a freddo e, naturalmente, non cucinare (tranne l’olio d’oliva).

Suggerimento n. 3: dormire per un esame migliore!
È indispensabile dormire abbastanza e qualitativamente. Trascorrere notti insonni non è di gran lunga il modo migliore per gestire lo stress. Assicurati di ascoltare i tuoi bisogni e limiti.
Per quelli troppo stressati per dormire, pensa agli oli essenziali (2 gocce di guscio di maggiorana o vera lavanda saranno molto efficaci), bagni caldi e rilassanti (di nuovo, gli olii essenziali hanno il loro posto), con respiri ventrale!

Un breve pisolino può anche aiutare a recuperare e sarà uno dei tuoi migliori alleati nel periodo degli esami.

Suggerimento n. 4: rilascia i tuoi emunctories per gestire lo stress
Adottando una dieta leggera e nutriente e sostenendo i processi di eliminazione dell’organismo:

– promuovere il transito intestinale mangiando cibi ricchi di fibre, bevendo in quantità e movimento.

– alleviare il fegato con una dieta ipotossica Pensa alle verdure sulfurea (aglio, cipolle, scalogni, verdure crocifere, rafano nero ..)

– facilitare il lavoro dei tuoi reni bevendo una quantità di acqua di qualità.

Se ti senti troppo sovraccarico, opta per una sinergia disintossicante (Drainage Detox di Prânarom, Depuragem a Herbalgem …)

Suggerimento n. 5: supporta le ghiandole surrenali per liberare lo stress
Incaricato di gestire situazioni stressanti, le ghiandole surrenali svolgono un ruolo importante nella regolazione ormonale (adrenalina, norepinefrina, cortisolo) e sono fortemente influenzate durante i periodi di tensione e ansia.

L’acerola, il bocciolo di ribes nero (Ribes Nigrum) o l’eleuterococco sostengono efficacemente l’energia delle ghiandole surrenali.

Da 2 a 3 gocce di olio essenziale di abete nero (Picea Mariana) in applicazione locale allevieranno anche queste ghiandole.

Suggerimento n. 6: fare rifornimento con vitamine e minerali per essere più efficaci nella revisione
Il cibo è la fonte primaria di vitamine e minerali. A volte è necessario fornire una spinta extra rivolgendosi agli integratori: il complesso sinergico di vitamine, la spirulina, il plasma Quinton sono scelte importanti per aiutarti nelle tue revisioni.

Pensa anche ai complessi ricchi di antiossidanti fatti di ginkgo-biloba, ginseng, curcuma …

Suggerimento n. 7: utilizzare oli essenziali antistress
Gli oli essenziali hanno il loro posto nella preparazione all’esame, sia per stimolarti o, al contrario, per lenire te.

Gli esteri hanno un effetto rilassante. Usali per mantenere la calma, rilassare il riposo e placare le preoccupazioni.

Si consiglia la piccola arancia amara (Citrus aurantium ssp aurantium-foglie), la vera lavanda (Lavandula Angustifolia off) con l’odore gradevole.

Optare per oli essenziali ricchi di monoterpenoli o monoterpeni per darti una spinta: il pino silvestre (Pinus Sylvestris) o il cipresso (Cupressus Sempervirens) sono potenti stimolanti generali, la menta piperita (Mentha piperita) ti estirperà dal tuo sonnolenza se necessario.

Il giorno dell’esame, la seguente miscela applicata sulla punta dello sterno ti darà forza, ottimismo e sicurezza:

HE Bigaretto a grana piccola 1 goccia
HE Ylang Ylang 1 goccia
HE Mandarino 2 gocce
Pensa anche alle virtù della Laurel Laurel (olfattoterapia), simbolo di vittoria e gloria!

Suggerimento n. 8: Pensa a gemme e fiori di Bach per controllare lo stress
La gemmoterapia è un altro prezioso aiuto per preparare i tuoi esami.

Il bocciolo di ribes nero (Ribes Nigrum Bg) agisce sul sistema nervoso e sulle ghiandole surrenali, oltre all’azione drenante. L’olivo (Olea Europea JP) è utile per una buona funzione cerebrale. I giovani germogli di rosmarino (Rosmarinus officinalis) hanno una interessante azione antiossidante e circolatoria.

Il complesso Memogem migliora le capacità di memoria e riduce l’affaticamento.

I Fiori di Bach ti accompagneranno dolcemente fino al D-Day. A seconda che tu sia sopraffatto dalla paura del fallimento (Mimulus), questa mancanza di fiducia ti paralizza (Larch) o ti senti sopraffatto dagli eventi (Elm), i 38 elisir floreali ti permettono di gestire meglio le tue emozioni. Il giorno dell’esame, ricorda di avere a portata di mano il complesso Rescue per far fronte a una possibile crisi di stress.

Suggerimento n. 9: essere ottimista, fiducioso ed entusiasta di superare gli esami
Il pensiero è creativo. Quindi nutriti di pensieri e proiezioni positivi e gratificanti. Immagina dopo gli esami, in un senso di successo e orgoglio!

Usa i tanti strumenti a tua disposizione: sessioni di sofrologia, ipnosi ericksoniana, meditazione consapevole, visualizzazione positiva.

In poche parole, fidati delle tue risorse!

Prendi piacere nel tuo apprendimento, sii curioso e guarda oltre il semplice test per passare!

Esci, passa il tempo con i tuoi amici e all’aperto per coltivare la gioia, il motore di ogni successo! Regalati momenti di relax e piacere!

Suggerimento n. 10: lasciare andare per liberarsi dallo stress
Oltre a tutti i suggerimenti citati, ricorda che qualunque sia il problema e l’importanza che concedi al tuo diploma di maturità, al tuo brevetto o alla tua difesa, rimane un esame! Fai un passo indietro e su! Non si tratta di essere negligenti, ma piuttosto di accettare i propri limiti e non sopravvalutare il test. Pensala come un passaggio, un’apertura a qualcos’altro e non come un fine in sé.

Quindi buona fortuna, questa è l’ultima linea dritta!

Per andare oltre, ti invitiamo a leggere il nostro articolo dettagliato sull’impatto dello stress sulla nostra salute cliccando qui

Avvertenza: convalidare la scelta degli integratori alimentari, della fitoterapia e dell’aromaterapia con il proprio operatore sanitario.

L’uso di oli essenziali obbedisce a determinate regole di prudenza, chiedi consiglio al farmacista.

Tutti i suggerimenti elencati di seguito sono suggerimenti generali. Si consiglia un approccio personalizzato per soddisfare al meglio le esigenze in base al proprio campo.

Sources :

La naturopathie au quotidien, D. LEAUD-ZACHOVAL, Editions Medicis, 2011

Traité d’aromathérapie scientifique et médicale, M.FAUCON, Editions Sang de la Terre et Médial, 2012

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *