Come trattare l’andropausa

andropause

Andropausa o deficit androgenico relativo all’età (SAD) è definito come l’insieme di sintomi fisiologici e psicologici che possono accompagnare il declino dei livelli di androgeni negli esseri umani che invecchiano. Si verificherebbe in particolare intorno ai 45 anni all’età di 65 anni e apparirebbe meno brutale della menopausa nelle donne.

Cos’è l’andropausa

L’andropausa non riguarda tutti gli uomini. Inoltre, non segna la cessazione della fertilità. D’altra parte, il declino ormonale degli esseri umani è parziale, progressivo e incoerente

Patofisiologia

In particolare, andropausa inizia con una diminuzione della secrezione leydigiana (cellule di leydig testicolare), con conseguente diminuzione del testosterone libero (aumento di SHBG), una diminuzione del testosterone totale. Conseguenza: elevazione delle gonadotrophins (LHRH).

  • declino della spermagenesi

  • diminuzione della fertilità

La sensibilità all’andropausa è correlata al metabolismo dell’insulina, all’asse endocrino completo (pituitario, ipotalamo, tiroideo, surrenale) ma anche alla competenza del sistema del neurotrasmettitore (serotonina, melatonina, dopamina, noradrenalina, adrenalina…)

L’espressione clinica dell’andropausa

L’insorgenza dell’andropausa è graduale e non presenta un testimone fisico, a differenza di una donna la cui testimonianza fisica alla menopausa è amenorrea (l’assenza di mestruazioni).

Tuttavia, la diagnosi di andropausa, a parte un esame del sangue, è testimoniata dall’aggiunta dei seguenti sintomi soggettivi: instabilità emotiva, diminuzione della forza muscolare, diminuzione della forza, diminuzione della resistenza allo stress, diminuzione del tasso di reazione, aumento della deposizione di grasso intorno allo stomaco, disturbi del sonno, dolore cronico, diminuzione della libido, disfunzione erettile, diminuzione della resistenza ossea e anche conseguenze generali per la salute come l’osteoporosi e un rischio più vacolare alto.

Fattori di rischio

Questi fattori sono stati associati con i livelli di testosterone più bassi.

  • Uso eccessivo di alcol e cannabis.
  • Peso in eccesso. Un 4 o 5 punto di aumento dell’indice di massa corporea equivarrebbe a un invecchiamento di 10 anni rispetto alla diminuzione del testosterone.
  • Obesità addominale. Corrisponde ad una circonferenza della vita superiore a 94 cm negli esseri umani.
  • Diabete e sindrome metabolica.
  • Livelli di lipidi nel sangue, compreso il colesterolo, al di fuori dei livelli normali.
  • Una malattia cronica.
  • Problemi al fegato.
  • Stress cronico.
  • Assunzione di alcuni farmaci, come antipsicotici, alcuni farmaci antiepilettici e narcotici

Prevenzione dell’andropausa

    • Un’assunzione di lipidi diversificata ricca di acidi grassi essenziali come gli acidi polinsaturi a catena lunga (acido aracidico, acido eicosapentaenoico e acido docosahexaenoico).
    • Proteine: Il fabbisogno proteico è 1gr di proteine per chilo di peso corporeo.
    • Micronutrienti: la necessità di micronutrienti: ricchezza minerale (calcio, magnesio), selenio, zinco, A vivo, vit K, Vitamine del gruppo B sono importanti.
    • Un apporto idrico di circa 2 litri, di cui un minimo di 0,7 litri è sotto forma di bevande, è essenziale.
    • Evitare cibi molto dolci
    • Dobbiamo aumentare il consumo di noci, nocciole, cereali integrali, legumi ricchi di magnesio, olio d’oliva, soia, frutta secca, verdura, frutta e limitare i grassi animali.

Potere

Lo stato nutrizionale è uno dei fattori essenziali per combattere la rapida installazione di andropausa sia nella quantità di assunzioni (36 kcal/kg) sia nella qualità caratterizzata da:

Igiene della vita

Evitare ossidanti come tabacco e alcol

Il ripristino di un peso ideale permetterà una regolazione del 5 aromatasi e la pratica di esercizio fisico moderato e regolare avrà un effetto favorevole sia sui parametri psichici che fisici.

Equilibrio biologico di andropausa

Testosterone

Il dosaggio di sangue di testosterone e dei suoi derivati è la testimonianza più caratteristica di un andropausa.

  • Testosterone: N – 4 A 9 g/l: la frequenza del pavimento è 4 indipendentemente dall’età
  • Testosterone libero: tasso di pavimento 1,3 g/L o anche 0,7 ma la normalità varia da laboratorio a laboratorio

Tuttavia, questi dosaggi sono molto sensibili e la loro interpretazione è a volte delicata

LH o LHRH

L’esame del sangue di gonadotrophins LHRH o LH può infatti determinare l’origine dell’ipo testosteroneemia:

  • Ipo testisteremia – alta LH segno un danno testicolare. Può essere preso in considerazione un trattamento aggiuntivo
  • Ipo testosteroneemia – LH normale o abbassato può riflettere una patologia dell’asse ipotalamo-pituitario. È necessario un dosaggio di prolattina

Tasso normale di LH – da 1,7 a 7,7 g/l. In caso di andropausa il LH è di circa 5,6 a 13,6 g/l

Altri ormoni

Altri ormoni come l’ormone della crescita, DHEA (dihydroepiandrostenedione), melatonina… sono in caduta libera

Come trattare l’andropausa

Il trattamento dell’andropausa è principalmente un trattamento ormonale con testosterone. Tuttavia, gli effetti collaterali del trattamento ormonale limitano il suo uso ai pazienti con segni clinici e biologici confermati.

In caso di controindicazioni alla terapia ormonale, la lotta contro l’eziologia del problema e l’uso di rimedi sintomatici permetterà di passare in questo periodo difficile.

In tutti i casi, il trattamento Deve essere integrato da una dieta preventiva, un miglioramento delle disintossicazioni del corpo e l’aggiunta di antiossidanti

Terapia ormonale: Testosterone

Nelle iniezioni intramuscolari (circa 1 al mese, rimborsate dalla previdenza sociale), compresse anche rimborsate o gel (da applicare alla pelle) non rimborsate. Ma altre presentazioni per via orale o anche in pelle patch adesivo (o patch) già commercializzato negli Stati Uniti, dovrebbe essere rilasciato presto.

Attenzione: Trattamento da considerare dopo le informazioni del paziente sul rischio di cancro alla prostata (30% dei soggetti a questa età). Questo è il motivo per cui il dosaggio di PSA e l’esame rettale sono essenziali prima del trattamento.

La terapia ormonale ha un’efficacia comprovata ma non obbligatoria sulla densitometria ossea e sull’astenia fisica, psicologica e sessuale

Hcg

Un altro trattamento ormonale, basato su gonadotrophins coronica, è possibile quando i livelli di testosterone sono ancora normali ma un po ‘basso. Questi stimolano i testicoli per fare più testosterone.

Trattamento dell’andropausa con integratori alimentari

  • Androlistica®

    Androlistica® è un integratore alimentare di andropausa, costituito da acidi grassi specifici, fitosteroli, pesce di mare OMEGA 3, provitamins, minerali e antiossidanti

    I suoi fitosteroli naturali, provitamine, minerali e antiossidanti sono stati tutti studiati per proteggere il corpo dall’invecchiamento precoce. Contribuiscono all’equilibrio urinario e all’integrità delle cellule della prostata.

    Gli estratti di ooti e yam si oppongono all’ossidazione dei fitosteroli, contribuendo alla conservazione delle membrane cellulari, e contribuiscono alla corretta trasformazione degli steroli in steroidi la cui espressione principale negli esseri umani è il testosterone

    Consigli per l’uso: da 2 a 3 capsule al giorno durante un pasto, 3 settimane al mese

Come migliorare l’andropausa attraverso l’omeopatia

Sabal serrulata

Erezione dolorosa o eiaculazione, Mancanza di libido; con irritabilità nervosa, mal di schiena coito, rimontato, ritrattato

Sabal serrulata compresse composte, granuli o soluzione bevibile: 3 granuli 3/giorno o 10 gocce 3/giorno

Rimedio contro l’andropausa da medicina a base di erbe

L’uso di piante che agiscono come un precursore di ormoni essenziali come testosterone, melatonina e DHEA può anche compensare le diminuzioni fisiologiche associate con andropausa.

Piante da evitare

Fare attenzione ad evitare, tuttavia, piante estrogeniche come Hops (Humulus lupulus), Sage (Salvia officinalis), o Ginseng (Panax Ginseng).

In ogni caso,

Glicina max (soia)

I suoi effetti sono molteplici:

  • Stabilità della densità ossea in entrambi i sessi dopo i 50 anni.
  • L’introduzione di un effetto di abbassamento del colesterolo, un precursore del monossido di azoto (il vasodilatore più potente conosciuto)
  • Rallentare l’aumento del PSA nel cancro alla prostata e la prevenzione del cancro alla prostata.
  • Protezione renale nei diabetici e miglioramento della funzione cognitiva (in un gruppo in grado di fare equol da daedzine) in presenza di batteri intestinali competenti.

Tribù terrestre (Tribulus terrestris)

Pianta specifica chiamata anche La Croce Maltese che sembra particolarmente interessante in quanto alzerebbe i livelli di testosterone

Piante antiossidanti

Rosmarinus, il licopene del pomodoro, in associazione con le piante di disintossicazione del corpo come Ilchrysantellum americanum o altri grandi policristi come Carduus marianus.

  • Il pycnogenol estratto dai semi d’uva o dalla corteccia di pino è anche un antiossidante molto potente di interesse nel trattamento dell’andropausa

A seconda del disturbo

Impianti stimolanti

Contro l’instabilità emotiva, la diminuzione della potenza muscolare, la diminuzione della resistenza allo stress e la diminuzione della velocità di reazione, Eleuterococcus senticosus associato al magnesio migliorerà anche la situazione.

Disturbi del sonno

Tilia Tomentosa ed Eleutherococcus senticosus

Disfunzione erettile

La diminuzione della libido e della disfunzione erettile sarà quindi utilmente compensata dall’uso di Serrulata Sabal, selenio, zinco e VitB

Combattere l’andropausa con la terapia delle gemme

Sequoia buds (Sequoia gigantea): Sequoia gigantea boccioli MG 1DH è indicato in caso di insufficienza surrenale. È un eccellente uomo da parete anti-invecchiamento. È indicato anche nei casi di osteoporosi.

Posologia: Prendi 50 gocce in un po ‘d’acqua mattina e sera prima o dopo i pasti.

Suggerimento farmacia: Quando vedere un medico?

Prima di qualsiasi trattamento di testosterone o DHEA per verificare la presenza di rischi e/o controindicazioni al trattamento. In caso di segni clinici di andropausa in un giovane

Testosterone

Il dosaggio di sangue di testosterone e dei suoi derivati è quindi il testimone più caratteristico di un andropausa.

Il ripristino di un peso ideale permetterà in ultima analisi una regolazione del 5 aromatasi e la pratica dell’esercizio fisico moderato e regolare avrà un effetto favorevole sia sui parametri psichici che fisici.

Emmanuel.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *