Quale trattamento naturale scegliere per trattare l’anemia

Quel remede naturel prendre pour soigner l' anémie

Paleness, mancanza di entusiasmo o di energia, mal di testa, perdita di libido, incapacità di concentrarsi…. forse lei soffre di anemia. Se l’anemia è stata in atto per lungo tempo, possono apparire altri disturbi come mancanza di respiro o vertigini

Le donne, i bambini e gli anziani sono i più colpiti

  • Le mestruazioni, che è più importante sotto IUD, è la causa più comune di anemia ipocromatica ferripriva. Vigilanza è necessaria anche durante la gravidanza e la pubertà (qualità dell’assunzione dietetica).
  • Si dovrebbe anche diffidare di regolare piccolo sanguinamento del naso, gengive dopo aver lavato i denti
  • I bambini che vivono in condizioni precarie sono a rischio di anemia. Leccando vecchie vernici, vecchi tubi, a volte sono vittime di avvelenamento da piombo (saturnismo) che attacca la produzione di globuli rossi.
  • Negli anziani, emorragie digestive, esofia o semplici erosioni legate ai farmaci (farmaci antinfiammatori, aspirina, anticoagulanti) sono le cause più comuni di anemia. Le loro assunzioni dietetiche a volte insufficienti sono responsabili di carenze di ferro, vitamina B12 e B9. Trattamenti a lungo termine con farmaci anti-ulcer possono anche spiegare la carenza di vitamina B12.

La vita di un globulo rosso

La sintesi dei globuli rossi è controllata da erythropoietin, un ormone secreto dai reni. Il globulo rosso è fatto nel midollo osseo insieme a tutti gli altri globuli. Circola nel sangue per fornire alle cellule l’ossigeno di cui hanno bisogno per funzionare e liberarle dall’anidride carbonica. Dopo 120 giorni, il globulo rosso viene distrutto dalla milza.Ogni giorno, circa l’1% dei globuli rossi vengono rinnovati.

Cos’è l’anemia

L’anemia è una malattia che colpisce la quantità o la qualità dei globuli rossi. È definito come una diminuzione del livello di emoglobina nei globuli rossi. Questo calo dei livelli porta ad una diminuzione del trasporto di ossigeno all’interno di tutte le cellule del nostro corpo.

Infatti, ci sono diversi tipi di anemia. L’anemia può derivare da tre meccanismi principali:

  • Perdita di sangue: sanguinamento acuto o cronico;
  • Diminuzione della produzione di globuli rossi;
  • Aumento della distruzione dei globuli rossi (emolisi).

L’anemia da carenza di ferro (per mancanza di ferro) è l’anemia più comune

Classificazione dell’anemia

Le anemia sono classificate in 2 grandi gruppi in base alla dimensione media dei globuli rossi (volume globulare medio o GMV):

  • Anemia microcitica (globuli rossi più piccoli del normale):
  1. Anemia per carenza marziale (mancanza di ferro)
  2. Anemia infiammatoria (il ferro viene sequestrato nei macrofagi)
  3. Thalassemias (una malattia genetica con conseguente anomalia dell’emoglobina)
  • Anemia normale o macrocitica (globuli rossi di dimensioni normali o più grandi del normale):
  1. Anemia per emorragia
  2. Per iperemmolisi
  3. O anemia per malattia ereditaria (Minkowski-Chauffard spherocyticosis)
  • Le anemia macrociticiana carenziale hanno disturbi rigenerativi (acido folico o vitamina B12: anemia di Biermer…)

Segni clinici di anemia

  • Segni comuni a tutte le anemia

Tutte le anemia si manifestano:

  • asthenia, debolezza, stanchezza esagerata
  • tachicardia, palpitazioni
  • una dispnea di stress, una polipnea
  • pallore della pelle anomuquent
  • Febbre
  • un mormorio di cuore
  • Mal
  • una sensazione vertiginosa o ronzio dell’orecchio
  • Segni specifici per causa
  1. Anemia da carenza di ferro: Fragilità dei dfaners (unghie morbide fragili e concave, capelli secchi e fragili). In una forma più avanzata, pelle secca, crepa nelle labbra, segni di atrofia del rivestimento digestivo. Tendenza alle infezioni, splenomegale discreta, disturbo alimentare (pica).
  2. Anemia infiammatoria: Sindrome infiammatoria (febbre, sudorazione, condizione generale alterata)
  3. Anemia da carenza di vitamina B12: atrofia della membrana mucosa che copre la lingua
  4. Thalassemias: L’intensità dell’anemia varia a seconda del tipo di anomalia. Subictère, ritardo del peso staturo, deformità ossee, facies mongole, spleenomegaly di hepato
  5. Anemia emorragica acuta: segni di shock ipovolemico, emorragia visibile, presenza di sangue nelle feci…
  6. Anemia emolitica: Subictère Congiuntivale, urina scura, splenomegalia
  7. Sferocitosi ereditaria: triade caratteristica: anemia, ittero, lithiasi splenomegaly- biliare, ritardo del peso staturo con deformazione delle ossa del cranio

Fattori di rischio per l’anemia

Alcune situazioni ti mettono ad alto rischio di anemia:

  • Una dieta carente di ferro, vitamina B9 (acido folico) o vitamina B12. I vegani sono a maggior rischio di mancanza di vitamina B12 e ferro perché non consumano proteine animali.
  • Alcolismo.
  • L’uso di alcuni farmaci. Ad esempio, farmaci antinfiammatori, aspirina, anticoagulanti che possono causare sanguinamento interno. Altri farmaci possono interferire con l’assorbimento o il metabolismo dell’acido folico. Come questa interazione è ben noto, persone che hanno bisogno di prendere questo tipo di farmaco ricevono anche una prescrizione per integratori di acido folico come trattamento preventivo per l’anemia.
  • Esposizione a determinate sostanze chimiche,

Quali sono le cause dell’anemia?

  • Anemia microcitica

Carenza di ferro:

  • La carenza di ferro può essere dovuta a un’adeguata assunzione nei neonati prima dell’alimentazione povera di ferro, nelle donne incinte o in allattamento, in vecchi isolati e malnutriti.
  • Può anche essere correlato al malabsorption digestivo (malattie digestive, diete o alimenti che intrappolano il ferro)
  • La carenza di ferro si trova anche durante l’eccessiva perdita di sangue (ginecologico, digestivo, epistaxis ricorrente, ecc.).

Stati infiammatori cronici:

  • Malattie infettive (tb, Osler, fornitura profonda, AIDS)
  • Malattie infiammatorie (lupus, artrite reumatoide, malattia di Horton, malattia di Crohn)
  • Cancri
  • Anemia normocitica rigenerativa o macrocitica
  • Anemia acuta emorragica esternata o non esternata
  • Anemia emolitica:
  1. Anomalie costituzionali del globulo rosso (sferica ereditaria, carenza di G6PD, chinasi piruvata),
  2. Anomalie genetiche dell’emoglobina (talassemia, malattia delle cellule falciformi)
  3. Infettivo o parassita (setticemia a Clostridium perfringens, Escherichia coli)
  4. Tossico (farmaci, tossici domestici o industriali)
  5. Meccanico (danni cardiaci o grandi vasi)
  6. Immunologico (anticorpi, anticorpi automatici, farmaci)
  • Anemia aerativa in riparazione
  • Anemia normocitica o macrocitica aregtiva

L’alcolismo, la cirrosi, l’ipotiroidismo o l’insufficienza renale possono causare anemia aerativa.

  • Midollo spinale (midollo osseo)
  1. legati alla mancanza di folato o vitamina B12 (crescita, gravidanza, cancro, alcolismo, gastrectomizzato, malattie del tratto digestivo, farmaci antifolinici, vegani, infezioni parassitarie…)
  2. Erythroblastopenia congenita o acquisita (cancro, leucemia, radiazioni ionizzanti, farmaci, tossici, infezioni virali o batteriche, mielofibrosi…

Complicazioni dell’anemia

L’anemia non corretta può portare a un focolaio negli anziani

  • In caso di anemia da carenza di vitamina B12, le complicazioni possono essere neurologiche, poiché la vitamina B12 agisce anche sui nervi.
  • L’insufficienza renale può verificarsi nell’anemia emolitica

Prevenzione dell’anemia

  • Potere

    La prevenzione viene prima di tutto attraverso il piatto!L’anemia può essere prevenuta con un adeguato apporto di proteine, ferro, acido folico e vitamina B12

    Ferro da stiro

    Il ferro è un elemento di traccia essenziale. È presente a 3,5 a 4g nel corpo.

    • È una componente importante dell’emoglobina (ferro eminico). aiuta a trasportare l’ossigeno nel flusso sanguigno e nei muscoli tramite la mioglobina.
    • Il ferro non eminico viene conservato nel fegato (ferritina) o trasportato (transferrin).

    Carenze di ferro: bisogni molto elevati durante la gravidanza, non possono essere soddisfatti dalla dieta. La carenza di ferro può verificarsi alla fine della gravidanza (30% delle donne incinte sviluppano anemia da carenza di ferro), in alcuni segmenti socialmente svantaggiati della popolazione, tra i vegetariani e negli anziani che non mangiano abbastanza carne. Le carenze si osservano anche nei gastrectomi, nei soggetti che consumano sostanze che complessi ferro come caffè, tè, vino, birra, polifenoli, fitatoti di cereali integrali, fibre, calcio da latticini e zinco. I segni di carenza vanno da semplice affaticamento, mancanza di respiro all’esercizio fisico, disturbi del sonno, infezioni otorinogere ripetute (angina, infezioni dell’orecchio…), pallidità, perdita di capelli, a vera e propria anemia da carenza di ferro

    Esigenze di ferro

    Bambini da 1 a 12 anni

    da 7 a 10 mg al giorno. Dare latte di crescita fino a 3 anni; nei bambini più grandi preparare una fetta di fegato di manzo una volta alla settimana

    Adolescenti

    13 mg al giorno. Garantire una dieta equilibrata; cereali fortificati in ferro

    Donne in età infantile

    16 mg al giorno. Mangiare budino nero almeno una volta alla settimana. Mangiare cozze il più spesso possibile

    Donne incinte

    Fino a 30 mg al giorno nel terzo trimestre. Preferire i secchi oleosi e la frutta secca. Il completamento è obbligatorio

    Donne in postmenopausa e uomini anziani

    9 mg al giorno. Non broncio a carne rossa. Riabilitare gli impulsi.

    Alimenti ricchi di ferro

    Il ferro eminico (emoglobina e mioglobina di carni e frattaglie di 150g/giorno) è quello che è meglio assorbito dal corpo (4 volte più del ferro non eminico).

    Il ferro non eminico (assunzione raccomandata: 100g/giorno) presente negli alimenti vegetali è piuttosto scarsamente assorbito (solo il 10%). Si trova in cereali, broccoli, spinaci, crescione, mandorle, nocciole, frutta secca, datteri, olive nere, piselli o fagioli. Agrumi, kiwi, fragole e vitamina C rendono possibile un’assimilazione migliore del ferro vegetale

    Vitamina B12

    Gli alimenti ricchi di vitamina B12 sono fegato di manzo, pesce (sgombro, aringhe), carne, latte e tuorlo d’uovo.

    Folato

    I folati si trovano principalmente nelle barbabietole, nei cavoli, negli spinaci, nei fagiolini, nella lattuga e nei piselli, ma anche nelle carote, nel cetriolo, nella rapa, nelle patate, nel fegato di manzo, nella carne e nel pesce.

    Esposizione a sostanze tossiche

    Molte sostanze chimiche possono compromettere la produzione di cellule del sangue.

    Prendere tutte le precauzioni necessarie se i prodotti tossici devono essere trattati

    Altri

    Allattamento al seno

    L’allattamento al seno potrebbe avere un impatto positivo sull’anemia del post-partum della madre

Consigli per l’anemia

  • Risparmia il tuo cuore.In caso di anemia, anche l’esercizio leggero può causare affaticamento. Infatti il cuore deve lavorare molto di più a causa del trasporto carente di ossigeno associato all’anemia. Evitare sforzi inutili!

    • Attenzione agli impatti, ai tagli e alle lesioni. In caso di anemia, la perdita di sangue dovrebbe essere evitata il più possibile. Ad esempio, radersi con un rasoio elettrico piuttosto che una lama, preferiscono spazzolini dai capelli morbidi e astenersi dallo sport di contatto.
    • Prevenire qualsiasi rischio di infezione.In caso di anemia del midollo spinale, che colpisce anche i globuli bianchi, sei più vulnerabile alle infezioni.Lavarsi le mani spesso con sapone antisettico, evitare il contatto con le persone malate, dormire abbastanza, vaccinarsi e sottoporsi a terapia antibiotica se necessario.
    • Bevi molto.Una scarsa idratazione aumenta la viscosità del sangue e può causare convulsioni dolorose o complicazioni, specialmente nell’anemia falciforme.

Valutazione biologica dell’anemia

Bilancio ematologico

  • Emogramma

Il dosaggio dei numeri dei globuli rossi, i livelli di emoglobina e la dimensione dei globuli rossi (volume globulare medio VGM) differenzia i tre principali gruppi di anemia

Il numero di ematia è normalmente:

  • 5 (da 4,5 a 5,5) milioni/mm3 nell’uomo adulto;
  • 4,5 (da 3,9 a 5,0) milioni/mm3 in donne e bambini adulti.

I livelli di emoglobina ematica (Hb) sono normalmente:

  • 15 (da 13,5 a 16) g/100 ml negli uomini adulti;
  • 13,5 g/100 ml in donne e bambini adulti.

L’anemia è quando i livelli di emoglobina sono inferiori a 13 g/dL negli uomini adulti e meno di 12 g/dL nelle donne.

Nelle donne in gravidanza, c’è l’emodding fisiologica, quindi il tasso minimo è posto a 10,5 g/dL

  • Reticulocytes

I reticulociti sono i precursori dei globuli rossi. Il livello di reticulocide viene utilizzato per determinare se il corpo sta ricostituendo il suo stock di emoglobina. Si dice che l’anemia sia rigenerativa se il suo livello di reticolocite è > 120.000/mm3

  • Macchie di sangue

Microsferocitosi

Anemia falciforme

Talassemia

Tipo di anemiaVolume globulare medioTasso di reticulocato
Microcitict

< 80 fl

Normoctico rigenerativo o macrocitico

> 80 fl

> 120.000/mm3

Normoctico rigenerativo o macrocitico

> 80 fl

< 120 000/mm3

Valori negli adulti
  • Mielogramma

Di fronte al normo non rigenerativo o all’anemia macrocitica, deve essere richiesto un mielogramma. Viene eseguita su una puntura del midollo spinale (puntura del midollo osseo).

  • Bilancio biochimico

Di fronte all’anemia microcitica, viene quindi prescritto un check-up marziale per cercare la carenza di ferro: Ferritinemia o dosaggio di ferritina di sangue (riserve di ferro traslate), ferro siero, coefficiente di saturazione Transferrin

  • Di fronte a normo non rigenerativo o anemia macrocitica, il folato del siero e i dosaggi di vitamina B12 sono utilizzati per diagnosticare

Trattamento dell’andropausa con integratori alimentari

  • Androlistica®

    Androlistica® è un integratore alimentare di andropausa, costituito da acidi grassi specifici, fitosteroli, pesce di mare OMEGA 3, provitamins, minerali e antiossidanti

    I suoi fitosteroli naturali, provitamine, minerali e antiossidanti sono stati tutti studiati per proteggere il corpo dall’invecchiamento precoce. Contribuiscono all’equilibrio urinario e all’integrità delle cellule della prostata.

    Gli estratti di ooti e yam si oppongono all’ossidazione dei fitosteroli, contribuendo alla conservazione delle membrane cellulari, e contribuiscono alla corretta trasformazione degli steroli in steroidi la cui espressione principale negli esseri umani è il testosterone

    Consigli per l’uso: da 2 a 3 capsule al giorno durante un pasto, 3 settimane al mese

Come migliorare l’andropausa attraverso l’omeopatia

Sabal serrulata

Erezione dolorosa o eiaculazione, Mancanza di libido; con irritabilità nervosa, mal di schiena coito, rimontato, ritrattato

Sabal serrulata compresse composte, granuli o soluzione bevibile: 3 granuli 3/giorno o 10 gocce 3/giorno

Rimedio contro l’andropausa da medicina a base di erbe

L’uso di piante che agiscono come un precursore di ormoni essenziali come testosterone, melatonina, DHEA può compensare le diminuzioni fisiologiche associate con andropausa.

  • Piante da evitare

Fare attenzione a evitare piante estrogeno-come Hops (Humulus lupulus), Sage (Salvia officinalis), o Ginseng (Panax Ginseng).

In ogni caso,

  • Glicina max (soia)

I suoi effetti sono molteplici.

  • Stabilizza la densità ossea in entrambi i sessi dopo i 50 anni.
  • Ha un effetto di abbassamento del colesterolo, è un precursore del monossido di azoto (il vasodilatore più potente conosciuto), e la sua ricchezza in ARGinine precursore di NO provoca una diminuzione della pressione diastolica.
  • Rallenta l’aumento di PSA nel cancro alla prostata e previene il cancro alla prostata.
  • Inoltre, fornisce protezione renale nei diabetici e migliore funzione conoscitiva (in un gruppo in grado di fare equol da daedzina) in presenza di batteri intestinali competenti.
  • Tribù terrestre (Tribulus terrestris)

Pianta specifica chiamata anche La Croce Maltese che sembra particolarmente interessante in quanto alzerebbe i livelli di testosterone

  • Piante antiossidanti

Rosmarinus, il licopene del pomodoro, in associazione con le piante di disintossicazione del corpo come Ilchrysantellum americanum o altri grandi policristi come Carduus marianus.

  • Il pycnogenol estratto dai semi d’uva o dalla corteccia di pino è anche un antiossidante molto potente di interesse nel trattamento dell’andropausa
  • A seconda del disturbo

Impianti stimolanti

Contro l’instabilità emotiva, la diminuzione della potenza muscolare, la diminuzione della resistenza allo stress e la diminuzione della velocità di reazione, Eleuterococcus senticosus associato al magnesio migliorerà la situazione.

  • Disturbi del sonno

Tilia Tomentosa ed Eleutherococcus senticosus

Disfunzione erettile

La diminuzione della libido e della disfunzione erettile sarà utilmente compensata dall’uso di Serrulata Sabal, selenio, zinco e VitB

Come posso trattare l’anemia in modo naturale?

Il trattamento dipende dal tipo di anemia.

È diverso e i trattamenti indicati per un tipo di anemia sono talvolta controsottati per un altro tipo. Da qui il valore della diagnosi e dell’equilibrio biologico prima di iniziare qualsiasi trattamento per l’anemia

Anemia da carenza di ferro o anemia da carenza marziale

Trattare con la causa

Questo tipo di anemia è causato da carenza di ferro.

In questo caso, è imperativo trovare la causa di questa carenza di ferro o rischiare di avere una ricaduta di anemia dopo il trattamento.

A volte non è sempre possibile correggere la causa di questa carenza (regole abbondanti, ernia iatale non operabile…). In questo caso, il ferro viene prescritto continuamente o in cure ripetute più volte all’anno.

  • Ferro da stiro

fumarato di ferro (Fumafer®) ferroso ascorbate (Ascofer®), cloruro ferroso (ferro®), fedatoto di sodio (Ferrostrane®), polimaltosi di idrossido di ferro (Maltofer®), ferroso succinato (Innofer®), solfato ferroso (fero-Grad vitamina 500®, Tardyferon® 80, Tardyferon® B9)

Data la molteplicità delle eziologie anemia, è importante non impegnarsi nel completamento del ferro senza che l’anemia sia identificata da un medico
Posologia: da 100 a 200mg/iron element day negli adulti. da 6 a 10mg/kg/giorno nei bambini e nei neonati.

Suggerimenti per l’uso: Seguire le raccomandazioni descritte in: Suggerimenti per il trattamento del ferro

Percorso iniettabile: il ferro intramuscolare iniettabile è riservato a (rari) casi di malabsorptions, dopo la mancata produzione di ferro osseo. Il trattamento è limitato a poche iniezioni, sotto stretto controllo medico. L’endovenoso (Venofer®) è indicato per trattare l’anemia di dialisi cronica della malattia renale quando il trattamento orale è insufficiente o scarsamente tollerato.

Durata del trattamento: l’anemia viene corretta in 1 o 2 mesi, ma il trattamento dovrebbe essere esteso in media da 5 a 6 mesi fino alla normalizzazione di tutti i parametri ematici (emoglobina, GMV e ferritina)

Contro indicazioni assolute

Sovraccarico marziale, normo o malattia ipersidedata (talassemia, anemia refrattario, anemia da malattia del midollo spinale)
  • Anemia infiammatoria

Che si tratti di malattie infettive, autoimmuni o neoplastiche, l’unico trattamento è quello della malattia causale.

In questo tipo di anemia, l’assunzione di ferro non è necessaria, anche pericolosa, in assenza di

  • Anemia megaloblastica

Questo tipo di anemia è dovuto a un disturbo del metabolismo della vitamina B12 e/o folato. Il trattamento mira quindi a compensare questa carenza

  • Per carenza di vitamina B12:
    Cobamamide (Cobanzyme), Cianocobalamina (Vitamine B12 Gerda®, Roche®, Delagrange®, Lavoisier®), idroxocobalamina (Dodecavit®)

Sia a causa di una mancanza di assunzione dietetica (dieta vegana rigorosa e prolungata) o di una carenza di assorbimento (anemia perniciosa di Biermer, gastrectomia, disturbi intestinali…), il trattamento si basa sulla somministrazione parenterale della vitamina B12 sotto forma di cianocobalamina o idrossiobalamina. Quest’ultimo è spesso preferito a causa di una migliore conservazione del fegato.

Posologia: In generale, 1000 g/giorno viene somministrato per 7 giorni per ricostituire le riserve epatiche e ottenere un livello di sangue normale di 120 a 700pmol/l. Il trattamento di mantenimento a vita (iniezioni mensili e poi trimestrali) è necessario se la causa della carenza non può essere curata. Il trattamento per osso è possibile nelle carenze di assunzione. Deve essere mantenuto fino a quando le riserve di tessuto sono rifornite e livelli ematici di vitamina B12 normalizzati

Effetti collaterali: dolore nel sito di iniezione, la solita colorazione rosso-marrone dell’urina e il verificarsi di acne in caso di trattamento prolungato. Rischio di reazione allergica (pruritus, alveari…)

l’aggiunta di ferro all’inizio del trattamento alla dose di 200mg/d è spesso necessaria perché la rapida rigenerazione dei globuli rossi esaurisce rapidamente le riserve di ferro del corpo.

Trattamento eziologico: ove possibile, la dieta viene corretta. Malabsorption è anche trattato con disinfezione della tetraciclina intestinale in caso di focolaio di grandine batterica.

Contro indicazioni assolute

tumore maligno a causa dei suoi effetti sulla crescita dei tessuti che si rinnovano rapidamente

Per carenza di folato Acido di stato (Spéciafoldine®), Folinate di calcio (Lederfoline®, Folinoral®, Perfolate®)

Acido folico orale: da 5 a 15mg/d negli adulti.

La normalizzazione ematologica e la correzione dell’anemia appare dopo 2 o 3 mesi. Se la causa non è normalizzata, il trattamento sostitutivo viene mantenuto ad un tasso di 2 a 5mg di acido folico a settimana

Interazioni farmacologiche: i folati possono ridurre l’attività antieepelittica

Contro indicazioni assolute

uso isolato in carenze di vitamina B12 (segni neurologici aggravati)
  • Anemia di insufficienza del midollo spinale

Di fronte alla tossicità farmacologica, il trattamento si basa essenzialmente sulla rimozione temporanea o definitiva del farmaco responsabile (ad esempio, la chemioterapia).

In altri casi, i trattamenti sono più specifici e sono prescritti caso per caso in base all’età, all’eziologia dell’aplasia e alla gravità. Così, la terapia androgenica mira a stimolare la sintesi dell’eritropoietina e la differenziazione dei globuli rossi. È anche possibile un trapianto di midollo osseo

  • Anemia emolitica

Le anemia emolitiche possono richiedere trasfusioni di sangue o chirurgia della milza a causa di una malformazione di ematica.

  • Nel caso di anemia autoimmune, il trattamento è essenziale per evitare i trigger. La terapia corticosteroide al tasso di 1 a 1,5mg/kg/d di prednisone è indicata come prima linea. Viene mantenuto fino a quando non si ottengono normali livelli di emoglobina. Le dosi vengono quindi gradualmente ridotte fino allo spegnimento. In caso di cortico-resistenza o cortico-intolleranza, il rimedio è la splenectomia. Gli immunosoppressori (azathioprime, ciclofosphamide e clorambucil) sono l’ultima alternativa per i pazienti refrattari. Può essere prescritto anche il trattamento con gammaglobuli per via endovenosa.
  • Anemia dovuta a insufficienza renale

Nel caso di insufficienza renale, l’anemia è causata dalla diminuzione della secrezione di erythropoietin. L’erythropoietin è un ormone che agisce come un fattore nella crescita dei globuli rossi sul midollo osseo.

  • Erythropoietin (EPO)Eprex®, NeoRecormon®, Aranesp®

L’amministrazione è fatta preferibilmente da sub-pelle. Il dosaggio iniziale è 20 A 50 IU/kg 3 volte a settimana tranne Aranesp® (una volta alla settimana). Aumentiamo poi gradualmente i livelli da 20 a 25 IU/kg

Effetti collaterali: dose di pressione alta dipendente, sindrome da influenza-come-in-influenza e rari casi di trombosi

Precauzioni d’uso:

  • le riserve di ferro sono valutate prima e durante il trattamento per introdurre infine il completamento in quanto vi è resistenza all’EPO in caso di carenza marziale.
  • Alcuni pazienti sviluppano resistenza all’EPO dopo diversi mesi di trattamento attraverso lo sviluppo di anticorpi anti-EPO. In questo caso, l’unica alternativa possibile è la trasfusione di sangue.

Contro indicazioni assolute

Gravidanza, ipertensione non controllata, pazienti che non possono ricevere un’adeguata profilassi trombotica

Trattamento preventivo dell’anemia iatrogenica (farmaci)

    • A seconda del contesto clinico, questi trattamenti vengono rimossi il più possibile
    • Se questi farmaci non possono essere interrotti, viene utilizzato un trattamento preventivo per prevenire queste anemia con acido folinico o folinate di calcio.

Farmaci che possono causare anemia

Alcuni trattamenti possono portare ad anemia megaloblastica: inibitori di dihydrofolate-reductasi: pirimethamina, trimethoprim, methotrexate, sulfasalazine, triameramina, fenitoina, barbiturati

Donne con periodi abbondanti

Per le donne con periodi pesanti, il trattamento ormonale può aiutare (pillola contraccettiva, progestino IUD, danazolo, ecc.).

Anemia causata dalla chemioterapia

L’anemia si verifica più spesso dopo diversi trattamenti chemioterapici (soprattutto sali di platino)

  • Se il livello di emoglobina è inferiore a 12g/l; l’anemia è prevenuta dalla somministrazione di erythropoietin ricombinante (alfa darpoietin: Arasnep®, alfa epoietina: Eprex®, epoietina beta: Neo-Recormon®) in sotto-pelle precedentemente associata a una correzione di una carenza di ferro o folato
  • Se il livello di emoglobina è inferiore a 8g/l, viene avviata una trasfusione di nervi globulari anche se quest’ultima dovrebbe essere evitata il più possibile perché l’efficacia delle erythropoietins è chiaramente dimostrata.

Consigli per il trattamento del ferro

Quando dovrei prendere il ferro?

Prendere il ferro preferibilmente su una testa vuota o mezz’ora prima dei pasti dividendo il pescato durante il giorno.

Potere

  • Evitare gli alimenti che intrappolano il ferro:
  1. Alimenti ricchi di fitatoi (rabarbaro). Il pane integrale contiene un’alta percentuale di acido pitico che può formare complessi insolubili (non risolti) con ferro
  2. Alimenti ricchi di fosfati (alimentazione del latte). Evitare il consumo simultaneo di prodotti lattiero-caseari che riducono l’assorbimento del ferro dal 30 al 50%.
  3. Tanins (tè): limitare il consumo di tè a 2 a 3 tazze al giorno.
  • Migliorare l’assorbimento del ferro:

L’assorbimento del ferro è promosso dalla vitamina C. Ingoiare il ferro con un bicchiere di succo d’arancia o pompelmo

  • Farmaci

Attenzione, alcuni farmaci riducono l’assorbimento del ferro.

Il ferro deve essere assunto almeno 3 ore da cicline, fluoroquinolones, penicillamina, topici gastrointestinali, tiroxina e bifosfonati.

  • Durata del trattamento

Il ferro migliora rapidamente lo stato di affaticamento in 1 o 2 mesi, ma l’assorbimento del ferro è limitato giornalmente, sono necessari da 5 a 6 mesi per ricostituire le scorte. L’efficacia del trattamento è controllata dopo 3 mesi da un esame del sangue

  • Cosa fare in caso di intolleranza?

Il ferro a volte provoca sintomi di intolleranza transitoria; nausea, diarrea o costipazione. Dividere le assunzioni giornaliere limita questi effetti collaterali.

Anemia negli integratori alimentari

Non cercare di concederti integratori di ferro o multivitaminici che contengono integratori di ferro. Questo potrebbe mascherare una malattia molto più grave e ritardare la diagnosi.

  • Vitamine ed elementi traccia raccomandati

ACTYFERIL® è un integratore alimentare a base di ferro, rame, vitamine B6 e B9.

  • Il ferro contribuisce alla normale formazione di globuli rossi ed emoglobina e al normale trasporto di ossigeno nel corpo.
  • Ferro e vitamine B6 e B9 aiutano a combattere la fatica.
  • Ma il rame contribuisce al normale trasporto di ferro nel corpo.Vitamina C: La vitamina C può essere assorbita dal ferro. Prendere solo se il medico ha prescritto il trattamento di ferro.Preferisci la vitamina C naturale che è acerila

    Vitamine C e acerola: 3 querce Acerola 500, 3 querce biologiche Acerola 1000, Acerola 1000 Arkopharma®, Acerol C vitamina C, Acerola Arkogélules®, Acerola Bio 500, Acerola Plus 500, DAYANG® Acerola 1000, Vitascorbol® 500,Vitascorbol® 1g

Trattamento dell’anemia attraverso l’omeopatia

  • Non cercare di concederti l’omeopatia senza essere seguito dal medico.
    L’omeopatia è un aiuto aggiuntivo, spesso aiuta a tollerare meglio il trattamento del ferro (spesso mal tollerato), ma non può in alcun modo sostituire i trattamenti convenzionali!

    In caso di freddo o anemia lieve: grafite 9CH

    • Perdita di sangue, anemia e ripercussioni generali (affaticamento): Cina rubra, acido di fosforicum, Ferrum metallicum 5CH 3 granuli 2 volte al giorno
    • Anemia metallica a volte mascherata da uno stato di grande stanchezza.
    • Le anemia metalliche di Plumbum possono essere accompagnate da perdita di peso.
    • Natrum muriaticum: anemia, soprattutto nelle persone magre e fredde
    • Carbonicum di Kalium: soggetto freddo, anemic con edema e osteoartrite. Anemia

Anemia e oligoterapia

  • Non cercare di concederti l’oligoterapia senza essere seguito dal medico. L’oligoterapia è un aiuto aggiuntivo, ma in nessun modo può sostituire i trattamenti convenzionali!

    Oligoelementi consigliati

    Cobalto: Il cobalto è un elemento traccia essenziale. È presente nella struttura della cianocobalamina ovitamina B12 coinvolta nell’eritropoiesi e nella biosintesi dell’emoglobina. È indicato nell’anemia della donna incinta

    Cosa evitare

    Zinco in grandi quantità: Una dose eccessiva di zinco può causare anemia

Suggerimento farmacia: Quando vedere un medico?

  • In caso di: pallidità, mancanza di entusiasmo o di energia, mal di testa, perdita di libido, incapacità di concentrarsi

  • Se si dispone di una malattia cronica che può causare anemia, è importante avere un adeguato follow-up medico e esami del sangue di volta in volta. Parlane con il medico.

  • In caso di mancanza di respiro o vertigini

Emmanuel.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *